“I padroni del mondo”, di Luca Ciarrocca

“I padroni del mondo”, di Luca Ciarrocca

Non è scandaloso che alcuni banchieri siano finiti in prigione: scandaloso è che tutti gli altri siano in libertà. Honoré de Balzac

I-padroni-del-mondo-CiarroccaUscito a novembre 2013, edito da Chiarelettere I padroni del mondo – Come la cupola della finanza mondiale decide il destino dei governi e delle popolazioni, il libro saggio di Luca Ciarrocca, presidente e fondatore di Wall Street Italia è giunto alla sua quarta ristampa, superando ogni più rosea aspettativa.

Sfogliando questo libro, troveremo un excursus che il suo autore ci propone per guidarci a capire i complicati giochi delle banche centrali e dei grandi istituti commerciali di proprietà di una élite di ricchi, che sono poi gli azionisti di Federal Reserve e Banca centrale Europea. Gli innominati che Ciarrocca chiama bankster, un neologismo non noto in Italia, nato dalla fusione di banker e gangster, i quali senza scrupoli sono pronti a scaricare sulla collettività il peso delle crisi per generare nuovo denaro. Sono questi che hanno trasformato la Ue in una pseudodemocrazia dominata da poteri forti e l’Italia in un paese invivibile, che sempre con più difficoltà guarda al futuro.

Ciarrocca nel suo libro fa un’analisi sottile, intelligente, mettendo a confronto e collegando i dati che ne trae, senza nascondere nulla, fino a risultare dissacratorio, se si rapporta al linguaggio ufficiale, che riguarda l’economia.

Secondo Ciarrocca, le banche restano il vero potere forte globale e i governi dei più forti Stati mondiali, come vampiri assorbono grandi quantità di denaro pubblico per spartirsi i dividendi, ma scaricando le perdite sul sociale.

Questi personaggi, che non ha eletto nessuno, prosciugano di diritti e libertà e si pongono sopra ogni morale, senza sentirsi in dovere di rendere conto del loro operato, mentre milioni di persone nel mondo vedono svanire i propri risparmi, perdono il lavoro, la casa e perfino il loro futuro.

Non passa giorno che non ci vengano richiesti sacrifici in nome dello spread e, per risanare il debito pubblico, si taglia nella sanità o nelle pensioni, impoverendoci sempre di più e rendendoci molto più deboli.

E’ difficile capire perchè mai, noi cittadini che lottiamo per sopravvivere, dobbiamo essere condizionati da debiti creati da una élite al potere, che decide i destini di intere popolazioni, manipolando i mercati finanziari e imponendosi sulla politica e sugli Stati. Per questo Ciarrocca traccia il genoma della finanza mondiale attraverso la rete di società finanziarie e industriali che di fatto controllano l’economia mondiale, e ne denuncia la pericolosità.

Il libro di Ciarroca, nella seconda parte,  prova anche a dare una risposta, spiegando come sia possibile  sganciarsi dai diktat della finanza, e come i governi nazionali potrebbero cessare di creare moneta alle grandi banche commerciali, con un conseguente ridimensionamento del potere dei bankster, a vantaggio della gente che lavora e dell’economia reale.

Sebastiano Di Mauro
22 febbraio 2014

INFO
titolo: I padroni del mondo
autore: Luca Ciarrocca
Editore: Chiarelettere
Collana: Principio attivo
ISNB 9788861903906
pagine: 256
costo: euro 13.90

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook