A Milano è nato un nuovo “patto di cittadinanza” per cambiare stili di vita e mobilità

La sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, la settimana scorsa, era gremita di giornalisti e famiglie milanesi per assistere alla firma  del nuovo “patto di cittadinanza” che è destinato a cambiare gli stili di vita, con una campagna promossa da Acli, Arci, Legambiente, Fa’ la cosagiusta! La campagna  “Con stile, cambio vita a Milano”, nasce per promuovere  il cambiamento degli stili di vita e di mobilità anche in risposta alla crisi economica.

“Con stile” parte dalla consapevolezza che la Milano e l’Italia del futuro si possono costruire con tante piccole “manovre” quotidiane ed è una proposta di azioni per le famiglie e i singoli cittadini, per i condomini, i circoli, le associazioni e le parrocchie, per le classi e le scuole, i negozi, gli uffici, le aziende e gli enti. A illustrare la campagna c’erano Chiara Bisconti, assessore al Benessere, Pierfrancesco Maran, assessore all’Ambiente, Andrea Poggio, vicedirettore di Legambiente e Miriam Giovanzana di Terre di mezzo Editore. Ma per sottolineare l’importanza dell’evento, lasciando i suoi impegni, è sceso anche il sindaco Giuliano Pisapia, che ha voluto salutare la platea e augurare un ottima riuscita dell’iniziatica ecologica.

Questo appuntamento vuole essere il primo che vede tutti coloro che si stanno impegnando per il cambiamnento a Fai la cosa giusta! Che non è il film del 1989 “Do the Right Thing”, ma la più grande mostra-mercato sul consumo critico e gli stili di vita sostenibili in Italia, ovvero il punto di incontro per tutte le realtà che in Italia promuovono l’economia solidale. Alla serata erano presenti  60 famiglie milanesi, che hanno messo la firma sulla “Carta Milano Sostenibile”, un “patto” simbolico con i cittadini che saranno primi attori della nuova campagna “Con stile, cambio vita a Milano”.

Chiara Bisconti, assessore al Benessere e Qualità della Vita nel suo intervento  ha detto: “Guardando questo progetto mi è tornata alla mente una parola greca, simpatica, curiosa e dal suono dolce ‘tipota’, che significa poco a poco, passo dopo passo. Penso sia l’essenza di questa iniziativa che trovo bellissima, utile e necessaria. Giorno dopo giorno, anche con piccoli gesti, si può incidere profondamente sulla qualità della vita propria e altrui…….”.

Perfrancesco Maran ha invece detto: “Milano sta realizzando una svolta ambientale che può funzionare se ognuno di noi cerca di far la propria parte. Questo è lo spirito di questa iniziativa nata dal basso che, ancora una volta dopo i referendum ambientali, dimostra la sensibilità dei nostri concittadini e la volontà di partecipare a un cambiamento”.

Anche Giambattista Armellini, presidente di Acli Lombardia  ha lodato l’iniziativa dicendo: “Cambiare stili di vita e mobilità è una necessità ed un’opportunità per uscire dalla crisi rinnovati, grazie ad un patto con i cittadini e le famiglie.  In tal senso, la campagna Con Stile è una grande sfida di impegno e partecipazione, ecologica ed etica, che accrescerà la qualità di vita delle persone che aderiranno….”

Emanuele Patti, presidente di Arci Milano ha invece dichiarato:”Arancione è stato il colore che ha contraddistinto la stagione precedente. Adesso Milano amplia la tavolozza dei suoi colori con il verde per avviare un altro tassello del cambiamento. Con stile è una sfida importante, ecologica ed etica nello stesso tempo “

Damiano Di Simine, presidente di Legambiente Lombardia in merito ha dichiarato:“Le scelte di vita, di consumo e di mobilità in una grande città non sono solo fatti personali ma la  somma di queste scelte che deriva la qualità della vita sociale e perfino la bellezza di una città……”

“Con stile” è la campagna dove i cittadini sono i protagonisti del cambiamento con azioni concrete e impegni quotidiani  per cambiare in prima persona la qualità della vita a Milano, cosa a cui possono contribuire anche le aziende, si propone di  coinvolgere nel primo anno almeno 2.000 adesioni e monitorare la  trasformazione delle scelte di consumo e di servizio di 10.000 milanesi. Alla conclusione di questa prima fase, saranno verificati i risultati, il numero delle adesioni, i progressi compiuti, il contributo al benessere generale della città. Tutte le fasi  saranno presentate nel sito della campagna www.constile.milano.it su cui ci si puo registrare  per interagire

Nella stessa serata è stata annunciata che prossimamente sarà studiata e realizzata un  Area B (come bambino) per regolamentare le zone intorno alle scuole, dove ogni mattina si ripetono scene di inciviltà, con auto parcheggiate in dopia e tripla fila, che riescono a procurare caos nel traffico.

Intanto, chi è contrario a questi cambiamenti il prossimo 7/2/21012  alle 17.30, hanno promosso un girotondo intorno a palazzo Marino, per chiedere di terminare l’Area C, organizzato dal Comitato commercianti contro Area C,  AscoDante, AscOrefici, Brera, Assomab e AscoDuomo,

Sebastiano Di Mauro

4 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook