Fondo Famiglia Lavoro: La diocesi lancia una nuova campagna di raccolta fondi

Fondo Famiglia Lavoro: La diocesi lancia una nuova campagna di raccolta fondi

Fondo-Famiglia-Lavoro-raccolta-fondiMilano. Le casse del Fondo Famiglia Lavoro sono vuote, nonostante la grande prova di generosità dei milanesi. Gli oltre 5 milioni di euro raccolti dal gennaio 2013 sono stati tutti ridistribuiti a chi aveva bisogno di aiuto. Ma la crisi non è finita e le richieste di aiuto sono in aumento. Per questa ragione la Diocesi di Milano ha deciso di rilanciare chiedendo a tutti di collaborare per continuare a sostenere chi perde il lavoro.

È partita una campagna di comunicazione, donata al Fondo Famiglia Lavoro, che si articola in due fasi. La prima è iniziata oggi: 100 poster 6 metri per 3 sono stati affissi a Milano e nell’hinterland; altri 110 maxi cartelli campeggiano lungo le principali strade statali e provinciali che attraversano il territorio della Diocesi. Poi, da settembre altre iniziative, tra le quali anche una mobilitazione capillare delle parrocchie.

L’head line della campagna recita “Un buon investimento ha un nome e una faccia. Milano investe su chi ha perso il lavoro”. L’assunto della campagna è che “solo insieme si esce dalla crisi”, scommettendo proprio sulla voglia di riscatto di “chi ha perso il lavoro ma non ha perso il desiderio di fare”, come si spiega nei manifesti. Il Fondo Famiglia Lavoro dialoga e conosce bene le persone che chiedono aiuto. L’invito alle istituzioni e alle aziende è di investire di queste persone desiderose di ripartire. Il Fondo fa la sua parte avviandole alla formazione. È questo il “buon investimento” che la Diocesi di Milano suggerisce, realizzando la dimensione non solo assistenziale impressa al Fondo dall’arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola.

Sebastiano Di Mauro
20 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook