Per un pugno di dollari – Subnautica

Per un pugno di dollari – Subnautica

Per un pugno di dollari – Subnautica

Quale occasione migliore di questa, dato l’avvicinarsi della bella stagione, di presentare nella rubrica che sta attenta alle vostre tasche un gioco survival a tema marino?

Chiariamo subito, stiamo parlando di Subnautica un titolo sviluppato dalla Unknown Worlds Entertainment rilasciato in accesso anticipato dal 2014 e attualmente ancora in fase di sviluppo. Malgrado ciò l’esperienza che offre è senz’altro notevole e molto accattivante.

Trama e Dinamiche.

Il gioco inizia facendoci vestire i panni di un malcapitato astronauta che, in seguito ad un non meglio definito incidente nello spazio, si ritrova catapultato a bordo di una capsula di salvataggio su un pianeta sconosciuto, solo e immerso in un oceano sconfinato. Il rottame della sua nave principale l’Aurora sarà l’unica cosa a non essere immersa nell’acqua. Come tutti i survival del genere la trama non porta oltre ma ci conduce chiaramente a quelle che saranno le dinamiche del gioco. Sopravvivere, reperire materie prime, costruire e ripetere potenziando sempre di più i nostri attrezzi (grazie al Fabricator )sarà il modus operandi per proseguire.

Inizialmente l’esplorazione risulta limitata dalla mancanza di materiale di base , per cui con il solo ausilio della nostra capacità polmonare non potremo allontanarci eccessivamente. Anche in questo il crafting viene subito in soccorso del nostro personaggio, che per esempio, già con poche materie prime e rottami potrà dotarsi del Seaglide un piccolo scafo a ventola che gli sarà utilissimo nelle prime fasi.

Le modalità che il gioco ci offre sono quattro; sopravvivenza, libera ( senza indicatori di fame e sete), estrema ( una sola vita disponibile) e creativa (nessun indicatore per costruire in libertà).

In fondo al Mar…

Ed ecco che si arriva al pezzo forte; l’ambientazione, come già detto questo gioco si svolge interamente sotto la superficie dell’acqua. Tutto ciò di cui avrete bisogno si potrà reperire prendendo una bella boccata di ossigeno e tuffandosi nell’oceano, almeno fino a quando non si svilupperanno marchingegni più sofisticati per esplorare in tutta comodità.

Finalmente una novità, nessun paesaggio post apocalittico, niente terre desolate e aride bensì un mondo marino colorato, brulicante di vita con forme aliene ma familiari accompagnato da un piacevolissimo sottofondo sonoro. Il passare del tempo viene scandito dall’avvicendarsi del giorno e della notte che conferiscono al paesaggio sfumature cangianti in base ad esso.

Ogni immersione sarà diversa grazie alle molteplici ambientazioni da esplorare, vulcani sottomarini, caverne e banchi corallini sono solo un accenno della biodiversità offerta dal titolo. Come accennato anche la fauna oltre che bella da ammirare sarà sia un mezzo di sostentamento sia una minaccia da cui guardarci, almeno nelle prime fasi di gioco dove a stento avremo la possibilità di creare un coltello per difenderci.

Considerazioni.

Che altro dire su un gioco che si sviluppa gradualmente seguendo tempi da voi scanditi, non starò qui ad annoiarvi con una lista degli innumerevoli progetti di crafting disponibili tra cui armi, sottomarini, bombole per l’ossigeno e tanto altro ancora. L’intento principale era quello di “portare a galla”questo gioco che dato il suo costante aggiornamento può offrire davvero molto acquistandone in longevità (per esempio la tanto attesa modalità in coop che i fan accaniti richiedono da tempo, chissà.) . Al normale prezzo di 19,99euro e in questo periodo in offerta su Steam a 9,99 consigliamo ad appassionati e non di “immergersi” in questa avventura esplorativa.

Buon Game.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook