Hyrule Warriors Legends abbiamo provato la demo per voi!

Hyrule Warriors Legends abbiamo provato la demo per voi!

Da Wii U con amore

Hyrule Warriors fece molto parlare di se, infatti, quando si parla di uno spin-off legato ad una delle saghe più famose di tutti i tempi, i fan più accaniti e non, sono subito pronti a storcere il naso, anche se lo sviluppatore è Nintendo, solita a garantire qualità e divertimento. Nonostante la sfiducia, Hyrule Warriors affascina e diverte il pubblico, così, dopo la calda ed inaspettata accoglienza ricevuta su Wii U, Nintendo ha ben pensato di revisionare e portare Hyrule Warriors sul suo piccolo, prezioso portatile. Hyrule Warriors Legends è ambientato nell’omonima terra di Hyrule, e, come spin-off della serie “The Legend Of Zelda”, presenterà un nutrito roaster di personaggi provenienti dalla serie (ed anche creati ad-hoc!), questa volta però, distaccandosi nettamente dal genere RPG, potremo cimentarci nel combattere orde ed orde di nemici in questo interessante Action game!

Una terra da conquistare

Dopo una breve sequenza animata, siamo subito catapultati nella terra di Hyrule, pronti a combattere e conquistare! Nella Demo pubblicata da Nintendo abbiamo potuto provare soltanto una location, ma va detto quanto essa sia risultata ampia e sufficientemente varia. I controlli di gioco sono quanto mai semplici ed intuitivi: ad X ed Y corrispondono due tipologie di attacco fisico, uno leggermente più potente dell’altro, ma combinando i due pulsanti, avremo modo di innescare veloci, potenti e sceniche combo. A e B vanno invece ad occuparsi dell’interazione con ambiente e personaggi mentre i dorsali serviranno per gestire gli oggetti e probabilmente ulteriori features non presenti nella Demo. Infine, al canonico riempimento di barra dedicata, sarà possibile sprigionare una potentissima tecnica speciale.

L’obiettivo del gioco si fa subito chiaro. Dovrete infatti occupare i vari “Presidi”, ovvero basi occupate dai nemici, facendone fuori il più possibile, il tutto corredato da potenti boss ovviamente. La partita si potrà dire conclusa quando avrete fronteggiato le varie orde nemiche e deterrete il numero maggiore di Presidi rispetto a quelli nemici. Il sistema di controllo, come già detto è più che efficiente, mentre resta meno comoda la mappa. Infatti, se da una parte il suo pregio è che sarà sempre nella parte inferiore dello schermo dandoci utili indicazioni sul prossimo fronte da raggiungere o sull’avanzamento nemico, dall’altra il fatto che essa sia speculare ai movimenti del giocatore, vi farà perdere più di qualche minuto per adattarvi. Graditissima la feature che permette di poter cambiare liberamente personaggio, scegliendolo fra i compagni disponibili all’interno della missione.

Una questione di affetto

Il gioco compare ben strutturato, come da tradizione Nintendo, però una cosa è certa: a catturare l’attenzione e tenerci ore incollati al minuto schermo, è sicuramente il cast che Nintendo ha riunito per l’occasione. Poter affrontare una partita al fianco di Zelda, alternarla a Sheik e Midna, scontrarsi contro il temibile Argorok da Twilight Princess e sbloccare le varie iterazioni di Link (Link Toon da The Legend of Zelda: The Wind Waker e Linkle, iterazione femminile del noto protagonista, creata appositamente per la nuova serie), rappresentano, per i fan, una vera gioia, mentre, il potenziale nuovo pubblico sarà decisamente attratto dal gameplay incalzante e stimolante seppur tendente al ripetitivo.

Altro fan service sarà ovviamente rappresentato dalla presenza dei classici bauli, bombe, arco, e tutti i vari elementi che hanno reso celebre il mondo di Link e Zelda.

Parlando di prestazioni tecniche dobbiamo sottolineare che il gioco soffre alquanto della conversione su 3ds, prima di tutto visivamente, ove chiaramente non è possibile raggiungere la qualità di Wii U, a partire dalla notevole differenza nella definizione. Inoltre, chi giocherà con il vecchio modello di 3ds sarà ulteriormente svantaggiato, con nemici ed elementi sul campo di battaglia nettamente minori, per non compromettere le prestazioni della CPU. I possessori di New 3ds e New 3ds XL potranno godere appieno della conversione grazie all’implementazione di un processore più potente.

Aspettando la versione completa

Il gioco sarà disponibile su e-shop e sugli scaffali di tutta Italia a partire dal 24 Marzo, ma in attesa della versione completa, basandoci su una demo tutto sommato breve e priva di dettagli quali extra e menu, possiamo dire che, seppur la conversione risulti curata, ed i contenuti ampliati rispetto alla versione originale, il titolo soffre della trasposizione su un sistema molto più limitato rispetto a quello di partenza. In più abbiamo l’impressione che avendo fra le mani l’intero universo di The Legend of Zelda si sarebbe potuto fare decisamente qualcosa in più sotto l’aspetto del gameplay in primis, dove una certa ripetitività potrebbe far abbandonare prematuramente la partita, ed è un vero peccato perché l’idea era interessante, e con Zelda ci sono talmente tanti elementi e personaggi da sfruttare che difficilmente si rischia di annoiare.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook