Erica – un film interattivo

Erica – un film interattivo
Fonte immagine: igbd.com

Erica: An Interactive Thriller è un film interattivo sviluppato da Flavourworks e pubblicato da Sony Interactive Entertainment motivo per cui uscì originariamente soltanto per Playstation 4 nel 2019.

L’apertura di Sony ad altre console e al mondo pc di alcune sue esclusive è tangibile dalle numerose dichiarazioni, dagli investimenti in Epic Games, ma anche e soprattutto dal rilascio di alcuni titoli come, appunto, Erica.

Bandersnatch?

Erica è un film interattivo, non propriamente un videogioco, ed il motivo ce lo spiega abbondantemente la nostra Martina in un articolo su Bandersnatch il fortunato capitolo della saga Black Mirror.

Ciò che caratterizza principalmente il videogioco non è, quindi, “scegliere cosa fare”, ma scegliere di farlo”

I film interattivi mettono in crisi la definizione di videogioco, eppure non è su questo piano che si deve giocare la partita: sono due cose completamente diverse, ma entrambe molto divertenti

Erica_steam
Fonte immagine: 2duerighe.com

“Guardare” Erica è divertente, perché la trama, su cui resterò ovviamente molto vago, si districa in numerose scelte che daranno vita a numerosi finali. È un imperativo dunque avviarlo da capo diverse volte per sbloccare parti della narrazione che aggiungono (o sottraggono in certi casi) elementi fondamentali per la comprensione

C’è da dire però che Erica non solo è interessante per i suoi finali multipli, ma soprattutto perché non mette mai il punto ai nostri dubbi. Pur avendolo completato diverse volte ho ancora l’impressione di non aver compreso alcuni personaggi e la stessa Erica

Il dubbio è il combustibile che alimenterà tutta l’avventura e di cui non vi libererete mai

Erica chi sei?

La trama, qualora ce ne fosse una lineare e coerente, non posso svelarla. Ogni singola avventura dura circa un’ora e mezza, la durata media di un film, appunto. Erica è una ragazza dal passato difficile: perde la mamma in circostanze ambigue, assiste all’uccisione di suo padre, finché, poco più che adolescente, quelli che per lei erano soltanto incubi si materializzano davanti la porta di casa: un pacco con delle mani mozzate ed uno strano amuleto la aspettano al risveglio.

Chi è stato a lasciarlo lì? perché proprio a lei?

Mi sono spinto fin troppo nella narrazione, ma, fidatevi, è soltanto la punta dell’iceberg: inizialmente un semplice giallo, in seguito un thriller (leggero) con tinte splatter e tratti magici ed esoterici

Come vi dicevo il dubbio vi costringerà a provarlo più e più volte, ma sembra non esserci una risposta univoca alle vostre domande, anche se, ovviamente, ci sono punti fermi ed oggettivi: sta a voi non soltanto scoprirli, ma comprenderli. Alcune volte vi sentirete in una sorta di gabbia mentale, quindi, taccuino a portata di mano, inizierete a raccogliere le idee

Le opzioni e la scelta

Come in tutti i film interattivi dovrete scegliere, entro un certo limite di tempo, tra le varie opzioni che vi si presenteranno sullo schermo; molto variegate. Non si tratta semplicemente di cliccare su “vai a destra o sinistra”, ma di indirizzare verso molteplici direzioni le azioni e i dialoghi. Se ogni volta avrete a disposizione almeno tre o quattro opzioni, le possibilità di cambiare il percorso sono davvero molte.

Quello che mi ha fatto storcere un po’ il naso, volendo trovare dei difetti, sono i nomi che vengono dati alle variabili: a volte non è chiaro cosa farà la nostra Erica dopo una determinata scelta, perché troppo vaga. Cliccare su “arrabbiati” non mi fa capire perfettamente cosa farà dopo. In un certo senso in alcune situazioni non mi sono sentito padrone della scena, ma spettatore.

erica
Fonte immagine: 2duerighe.com

Inoltre dal punto di vista tecnico, versione Steam, il crollo immotivato degli fps in fase decisionale ha rovinato l’immersività. C’è da dire però che la versione provata è stata quella fornita in anteprima per la stampa e che gli aggiornamenti stanno arrivando quotidianamente. Per correttezza ho dovuto riportare il fatto, ma prendetelo con le pinze, perché certamente risolveranno quanto prima ogni singolo problema tecnico

Dialoghi e doppiaggio

Erica è doppiato interamente in italiano, voci e sottotitoli, alla perfezione. Se alcuni dialoghi possono sembrarci illogici è la natura stessa del film che li rende tali: è qualcosa che hanno voluto gli sviluppatori proprio per lasciare continuamente quel dubbio di cui vi parlavo prima.

Alcuni personaggi sembrano assurdi, così come alcune reazioni, ma le diverse avventure ci faranno capire il perché. Tutto questo per dire che il doppiaggio ed i dialoghi sono ben strutturati e che gli attori scelti sono estremamente credibili.

Erica è un titolo che va acquistato se siete degli amanti del genere, ma anche per provare un filone di “videogiochi” differente, in grado di immergervi in un’esperienza coinvolgente e stimolante. Provarlo più e più volte non è stato un peso, anzi, è stata una conseguenza naturale, perché ti spinge a volerne sapere sempre di più e questo è certamente merito della regia.

Domani, 25 Maggio, su Steam!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook