Need For Speed Hot Pursuit Remastered – Recensione

Need For Speed Hot Pursuit Remastered – Recensione
Fonte immagine: Gamebreaker

Dopo Need For Speed Heat, EA ha deciso di dare “nuova” vita ad un titolo della serie uscito ben dieci anni fa, in poche parole quest’oggi parliamo di Hot Pursuit Remastered. Ovviamente parliamo di un titolo di guida prettamente Arcade in cui si potranno vestire i panni di criminale e poliziotto.

Ma la domanda che fin da subito è normale farsi è: ne avevamo bisogno?

Questione di tempistiche

La prima cosa che fa storcere il naso è la tempistica. Ebbene si, questa Remastered è stata annunciata il 5 Ottobre e già il 6 Novembre era disponibile sul mercato.

Cosa trasuda da questa velocità d’uscita? Sicuramente un lavoro fatto in maniera frettolosa che purtroppo va ad impattare sul gioco.

I difetti

Iniziamo a parlare dei problemi di questa Remastered, innanzitutto la cura ai dettagli non è eccellente: la resa grafica è leggermente migliorata, ma molti difetti sono rimasti e purtroppo vanno ad intaccare il Gameplay.

La ripetitività è un problema abbastanza invadente, c’è poca varietà nelle gare, bene o male sono sempre le stesse e ripetute per un totale di 141 “missioni”.

L’unica cosa che ci viene in soccorso è lo spostarsi da poliziotto a criminale, quindi di conseguenza si riuscirà a sentire meno la pesantezza, anche perché le due classi sono molto diverse e quindi la varietà sarà maggiore; il nostro consiglio è di fare una gara per uno.

Secondo problema è il sistema di guida che purtroppo non è perfetto, alle volte sembra quasi che lo schianto sia inevitabile, questo va a creare problemi al Gameplay. In più si sente un leggero Input Lag sui comandi, parliamo di qualche millesimo di secondo, che ovviamente non è un grande problema, però il fastidio alla lunga si va a creare.

Altra cosa molto negativa sono gli sbalzi di difficoltà. L’intelligenza artificiale non è delle migliori, non riuscirete mai a distanziare gli inseguitori perché se voi siete davanti, loro iniziano ad andare molto più veloce e a superare ugualmente mentre al contrario rallentano come per farsi superare: il tutto diventa molto irrealistico.

Ultimo problema ma non meno grave sono i Bug. Molto spesso siamo incappati in macchine invisibili, la frustrazione in quel caso diventa alta.

I pregi

Uno dei pregi sicuramente è la longevità, il gioco può arrivare a durare anche più di venti ore, se poi si vogliono prendere tutte le medaglie d’oro di conseguenza dura anche molto di più.

In più c’è anche una modalità Online con cui poterci passare diverse ore, e aggiunta molto interessante è la possibilità di giocare in Cross Play, tra l’altro il Server è molto stabile. Secondariamente questo titolo offre un’esperienza divertente, il nostro consiglio è di giocarlo a bocconi, il tutto sarà ancora più godibile.

need_for_speed_hot_pursuit
Fonte immagine: Gamelegends

A nostro avviso i momenti più divertenti sono quelli nelle vesti del poliziotto, è appagante riuscire a catturare i criminali con le varie strisce chiodate e posti di blocco. Le musiche sono un punto a favore, energiche e metallare, quello che ci vuole per un’esperienza adrenalinica.

Ultimo punto a favore è la progressione, andando avanti si sbloccano molti potenziamenti e macchine nuove da utilizzare, in totale ci sono venti livelli sia per il criminale che il poliziotto.

Conclusioni

Need For Speed Hot Pursuit Remastered è un progetto basato sulla nostalgia delle persone e per quei pochi che ancora non abbiano giocato a questo titolo.

Il titolo in sé è molto divertente seppur con i suoi limiti strutturali, il nostro consiglio è di prenderlo a prezzo ribassato per chi non l’avesse mai recuperato, invece per chi l’abbia già giocato in passato può tirare dritto tranquillamente.

need_for_speed_hot_pursuit
Fonte immagine: gamerevolution
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook