Doom Eternal – Tutte le novità

Doom Eternal – Tutte le novità

In questi ultimi tempi ho scritto diversi articoli riguardanti uno dei miei videogiochi preferiti, Animal Crossing: il 20 Marzo infatti uno dei titoli più amati della serie Nintendo sbarcherà su Switch. Non tutti sanno però che la mia anima dolce e sensibile è devota anche, da tempo immemore, ad uno dei titoli più violenti e demoniaci della storia videoludica: Doom

Proprio il 20 Marzo infatti uscirà Doom Eternal per PC, Google Stadia, Xbox One e Playstation 4, quattro anni dopo Doom il capitolo con il quale ID Software ha compiuto uno dei reboot più riusciti dell’intero panorama.

Quali saranno le novità, in pillole, che porterà Doom Eternal? Cerchiamo di fare un punto su quelle più importanti ed interessanti, ma prima diamo un’occhiata ai requisiti minimi di sistema; giusto per farvi capire le buone intenzioni di ID Software

REQUISITI MINIMI:

Richiede un processore e un sistema operativo a 64 bit

Sistema operativo: 64-bit Windows 7/64-Bit Windows 10

Processore:  Intel Core i5 @ 3.3 GHz or better, or AMD Ryzen 3 @ 3.1 GHz or better

Memoria: 8 GB di RAM

Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 970 (4GB), GTX 1060 (6GB), GTX 1650 (4GB) or AMD Radeon R9 290 (4GB)/RX 470 (4GB)

Memoria: 50 GB di spazio disponibile

Note aggiuntive: (1080p / 60 FPS / Low Quality Settings)

Insomma, munitevi di un PC di tutto rispetto, perché hanno delle brutte intenzioni

Qualche dolce creatura

Doom è un gioco frenetico, violento, ma questo lo sapete già. Non si tratta soltanto di una scelta di gameplay, di cui vi parleremo più avanti, ma di un set di creature costruito sapientemente, bilanciato, ed ognuna con delle caratteristiche interessanti. Ci sono tanti FPS frenetici, ma nessuno sfiora la perfezione in quanto a creature come Doom ed ogni nuova introduzione va tenuta in considerazione

Partiamo dal basso con il Gargoyle. In pratica si tratta di un Imp in grado di volare, quindi nulla di preoccupante, ma è sempre bene tenerli d’occhio, perché nella mischia possono creare delle difficoltà notevoli. Poi c’è il ritorno del Soldato Zombie, un classico che mancava da Doom 3.

Un altro classicone, ma in forma più potente è l’Aracnotron, un ragno robot gigante molto ostico e che qui, in Doom Eternal, è in grado anche di camminare sul soffitto. Era dai tempi di Doom 64 che non lo vedevamo!

Una delle creature più preoccupanti è il Flagellante, una sorta di serpente robotico veloce e potente, in grado di schivare molti dei vostri colpi: attenzione!

doom eternal

Il più interessante, a mio avviso, è il Marauder, un gigante con le corna, in grado di cambiare arma in base al vostro tipo di approccio: ascia bipenne quando vi allontanate, una doppietta quando cercate un attacco ravvicinato!

Il gameplay

Odio fare paragrafi sul gameplay, perché mi riporta alle recensioni di quindici anni fa, ma per Doom Eternal è doveroso, perché non solo la grafica, le creature, e la lore sono interessanti in questo videogioco. Ad esserlo è soprattutto il gameplay che richiede prontezza dei riflessi e grande attenzione. Questo però accade in tutti gli FPS, quindi cosa lo rende differente dagli altri?

Le creature le abbiamo già citate, ma quello che abbiamo visto già dal Doom del 2016 ci fa capire quanto ID Software stia spingendo l’acceleratore proprio su questo punto: capacità di arrampicarsi, usare un gancio sulla doppietta per scivolare via, velocità del Doom Slayer aumentata.

Dovrete stare attenti alle armi equipaggiate, sceglierle con cura, ma con fermezza al momento giusto e, stando alle dichiarazioni del direttore creativo Hugo Martin “La soluzione a tutti i problemi è essere aggressivi”.

Stavolta, complice anche un hardware che negli ultimi anni è cresciuto massicciamente, c’è la struttura per tirare giù per davvero l’Inferno ed il 20 Marzo è ormai alle porte

Giunti a questo punto la mia anima è divisa in due: acquisterò Animal Crossing o Doom Eternal?

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook