Tools Up! Ritrutturare in compagnia!

Tools Up! Ritrutturare in compagnia!

State cercando un gioco che vada contro corrente in un mercato che punta tutto sul competitivo e sulle battaglie online? Bene, Tools Up! è il titolo che fa per voi!
Uno di quei giochi che rientra categoricamente nella descrizioni dei “giochi di nicchia” per via di un gameplay antiquato, di uno stile grafico particolare e di una semplicità che vi spiazzerà, ma che lo rende un gioco da avere se avete una compagnia di amici pronti a sedersi sul divano insieme a voi per…ristrutturare appartamenti!

Tools Up! un gioco semplice e geniale

Tools Up! è il classico gioco da affrontare insieme agli amici più stretti, in quelle serate a casa, dopo aver mangiato una pizza in compagnia. Lo scopo del gioco è semplice, intuitivo e decisamente immediato: dovrete ristrutturare appartamenti strani e bizzarri, nel minor tempo possibile. 

Una volta entrati nel mondo di Tools Up! vi verrà data la possibilità di scegliere tra quattro diversi personaggi, ed una volta scelto il vostra alter ego digitale, verrete catapultati in una sorta di bizzarro hotel, dove in ogni piano saranno presenti diversi appartamenti da ristrutturare.

La carta vincente di questo particolare titolo è sicuramente la sua semplicità e immediatezza, sia nei comandi che nelle azioni di gioco. Avremo infatti a disposizione solo tre tasti per interagire con l’ambiente, con i quali potremo prendere gli oggetti, usarli, oppure lanciarli.
Lo scopo del gioco sarà quello di soddisfare le richieste del cliente entro lo scadere del tempo, lasciando l’appartamente pulito e perfetto per chi ci dovrà venire ad abitare, e per quanto tutto questo possa sembrare facile e banale, aspettatevi diversi momenti impegnativi ed intriganti.

Cooperativa di…amici?

Come avrete capito, Tools Up! è un gioco dalle meccaniche molto semplici, e ottenere le tre classiche stelle per i primi livelli sarà una passeggiata anche se sarete da soli ad affrontare l’avventura, ma superati i primi appartamenti le attività da fare saranno sempre maggiori e sentirete proprio il bisogno di chiamare almeno un amico in vostro soccorso.

Tuttavia, un amico fidato può essere un buon alleato, ma anche un grande freno alla vostra attività di ristrutturazione. E se gli amici sono tre, il divertimento aumenterà di pari passo con il caos che si verrà a creare all’interno dell’appartamento.

Ogni livello, infatti, ci verrà presentato senza spiegazioni, e sarà tutto nelle mani della squadra di ristrutturazione e della loro capacità di organizzazione ed anche il semplice trovare il progetto, leggerlo insieme e dividersi i compiti, dovrà essere affrontato con rapidità ed elevata capacità di coordinazione, altrimenti ruberà tempo prezioso ai lavori, allontanando da quello che è il risultato perfetto.

Le attività da svolgere all’interno degli appartamenti saranno molteplici e molti saranno gli strumenti di cui avremo bisogno per poter portare a termine i lavori. Si passerà dal semplice pitturare una parete, rivestire un pavimento e pulire per terra, al dover rifare pareti con lo stucco, rifare i pavimenti o incollare la carta da parati sopra una parete dove è stata applicata la colla prima di che si asciughi.

Tools Up!

Sembrano attività semplici ed innocue, ma quando vi troverete chiusi in un bagno e non potrete uscire perchè il vostro collega ha rifatto il pavimento del corridoio e non sarà possibile calpestarlo, fidatevi che farete presto a rivalutare le gerarchie all’interno del vostro gruppo di lavoro.
Così come quando, per fare prima, decidere di colorare insieme le pareti d’una stanza ed accidentalmente, verrà rovesciato il barattolo del colore per terra e oltre al pulire, dovrete rifare il lavoro cercando di non ripetere il danno.

Ovviamente, andando avanti con l’avventura della nostra piccola impresa di ristrutturazione, le attività da fare per sistemare gli appartamenti saranno sempre maggiori, ed alcune richiederanno anche molto tempo per essere portate a termine, come ad esempio l’abbattimento di un muro o la creazione di una divisoria per ricavare due stanze da una sola area.

Inoltre i creatori di Tools Up! hanno pensato bene di inserire diversi disturbatori all’interno della nostra avventura, oltre che di creare appartamenti studiati appositamente per minare l’operatività della squadra. Corridoi troppo stretti, stanze piccole, oggetti nascosti, i fattorini che portano i materiali per lavorare che arrivano dopo un certo lasso di tempo (e magari portano un oggetto che non serve), cani che si divertono a rovesciare il colore mentre corrono per casa.
Insomma, la coordinazione non è l’unico elemento indispensabile per portare a termine una ristrutturazione perfetta.

Divertimento,  concentrazione e capacità organizzative

La vita della nostra buffa squadra di ristrutturazione sta tutta nella coordinazione e nel sapersi organizzare i lavori quindi, anche in caso di disturbatori esterni. E se avete un buon gruppo di amici affiatati, le cose si faranno senza troppi problemi e senza troppi intoppi.

Noi ad esempio, abbiamo affrontato praticamente l’intera avventura in due giocatori, e ci sentiamo di dire che, salvo spazi stretti, lavorazioni complicate e la funzionalità dei controlli non sempre al top, la ristrutturazione degli appartamenti non ci è sembrata così impegnativa. 

Alcuni livelli hanno un tasso di sfida maggiore dovuto a disturbatori extra che minano l’operato della squadra o rallentano i lavori, (come la consegna, ad esempio, di due progetti diversi, dove bisognerà capire quale fare, o al contrario, l’assenza di un progetto che lascerà spiazzati per i primi istanti) ma niente ci ha impedito, dopo aver preso dimestichezza con il gioco, di prendere le tre stelle al primo tentativo o al massimo al secondo

Insomma, Tools Up! si saprà dimostrare un gioco d’altri tempi, capace di far divertire se giocato insieme ad un amico od un gruppo di amici, come si faceva una volta, stando tutti nella stessa stanza e organizzandosi al meglio.

La sua semplicità lo rende un gioco adatto a tutti, capace di divertire e davvero immediato da giocare, tuttavia, i comandi non troppo precisi e l’impossibilità di potersi connettere online con altri giocatori, ne limitano l’esperienza e fanno perdere (forse) fascino ad un titolo che altrimenti, avrebbe molto più mercato.

Tuttavia lo scopo del gioco è quello di far divertire, con i suoi colori accesi, i suoi personaggi buffi e le sue funzionalità folli e divertenti, e, secondo me, non avrebbe lo stesso fascino giocato online. Con un gruppo di amici raggruppati nella stessa stanza invece, pronti a lanciarsi gli oggetti dalla sala alla cucina, o lanciandosi letteralmente tra loro per farsi più spazio in un corridoio, Tools Up! guadagna quel fascino in più che forse, in alcuni giochi moderni, un po manca.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook