Brawlhalla Vs Super Smash Bros – Un degno avversario?

Brawlhalla Vs Super Smash Bros – Un degno avversario?

Spesso quando si parla di fighting game, o di picchiaduro, ci vengono in mente i nomi più classici del panorama, quelli con cui i più nostalgici sono cresciuti nelle sale giochi per intenderci.
Principalmente, si passa da Street Fighter a Tekken passando inevitabilmente attraverso la violenza di Mortal Kombat, ma uno tra i picchiaduro più conosciuti ed amati sul mercato è sicuramente Super Smash Bros, il fighting game di Nintendo che unisce sotto un solo titolo tutti i personaggi iconici della casa nipponica per scontri senza esclusione di colpi.

Tuttavia, se nel vostro gruppo di amici non ci sarà nessuno con la Nintendo Switch o con una precedente console Nintendo, difficilmente avrete messo le mani sul suddetto titolo, e quindi l’unica alternativa è puntare su una proposta di mercato molto simile a Smash, ma decisamente più accessibile: Brawlhalla.

brawlhalla

Welcome to Brawlhalla

A differenza di Super Smash Bros, che è esclusiva Nintendo, Brawlhalla è un fighting game che si può trovare tranquillamente su ogni console, su pc e persino sullo store della Switch in versione free to play, ovvero gratuita ma con elementi a pagamento all’interno del gioco.

Se volete provare un picchiaduro diverso dal solito, vi basterà cercarlo sul vostro store di fiducia, scaricarlo e potrete già tuffarvi nella risse del gioco.

Come ogni fighting game, anche Brawlhalla si presenta con una scelta di personaggi molto diversi tra loro, sia dal punto di vista visivo che dal punto di vista dell’equipaggiamento. Ogni “leggenda” (così vengono chiamate nel gioco) potrà utilizzare solo due armi, con moveset differenti, e starà a voi capire quale coppia di armi e quale strategia sarà più adatta al vostro stile di gioco.

Ogni leggenda avrà un suo livello, e prenderà punti esperienza in base alle vostre vittorie o sconfitte usando quel determinato personaggio, tuttavia, essendo una versione Free to Play, avrete a disposizione solo alcune leggende, che cambieranno ogni settimana, a meno che voi non le acquistiate dallo store o attraverso la moneta di gioco che guadagnerete giocando.

Far salire di livello le leggende servirà oltre che per sbloccare determinati colori per la skin del personaggio, anche per sbloccare alcuni modificatori da applicare per personalizzare ancora di più il vostro stile di gioco. 

Non ci verranno messi a disposizione veri e propri potenziamenti, ma una sorta di sbilanciamenti da usare in base al nostro stile di gioco. Potremo scegliere ad esempio di essere meno rapidi ma più forti, oppure con meno resistenza ai colpi ma con più velocità di movimento, avremo insomma a disposizione alcune scelte per personalizzare il nostro stile di gioco.

Ma come si gioca a Brawlhalla?

Il gameplay di Brawlhalla è molto simile a quello di Super Smash bros, e quindi decisamente diverso da quello di molti altri picchiaduro.
Il nostro obiettivo non sarà quello di far scendere la vita del nostro avversario a zero, ma quello di colpirlo diverse volte per caricare la sua barra del danno, per poi colpirlo e lanciarlo fuori dall’arena.

La maggior parte dei combattimenti non si svolgono nel classico uno contro uno, ma in quattro giocatori (tutti contro tutti) e il giocatore che riuscirà a totalizzare più punti sarà il vincitore. Per fare punti bisogna, come già detto, lanciare gli avversari fuori dall’arena cercando di non essere sbalzati fuori a nostra volta, altrimenti perderemo punti.

Ogni giocatore parte disarmato e le armi verranno messe randomicamente all’interno dell’arena e potranno essere prese da ogni giocatore. Non si avranno icone specifiche per ogni arma, ma una simbolica per tutti i giocatori e la prima leggenda che raccoglie l’arma l’avrà già equipaggiata.

Oltre alle armi saranno presenti anche alcuni oggetti con cui colpire il nemico per rendere un po più movimentato il gameplay.

Oltre a questo stile di gioco, che è il più popolato e diffuso, si può anche scegliere di giocare in partite classiche uno contro uno o due contro due, sia in amichevoli che in classificate, dove si giocherà alla stessa maniera, ma ogni giocatore avrà a disposizione solo tre vite e dovrà lanciare fuori tre volte l’avversario per poter vincere.

Simili ma molto diversi

Se fino ad ora, la descrizione di Brawlhalla e delle sue meccaniche di gioco vi hanno ricordato fortemente quella di Super Smash Bros è perché effettivamente i due titoli si assomigliano molto, ma se li guardiamo nel dettaglio?

Lasciando perdere per un attimo il “giocare per divertimento” e volendo approcciare i due titoli con un occhio un po più tecnico e da amante del genere picchiaduro, Brawlhalla e Smash sono due titolo con obiettivi e target decisamente diversi.

Entrambi ad un primo impatto, controller alla mano, possono dare la sensazione di essere dei picchiaduro per tutti. Pochi i comandi da imparare e semplici le meccaniche da giocare, la combo vincente per creare un fighting game che sappia divertire tutti in una serata tra amici, anche chi, con il genere, non ci azzecca niente.

Se invece iniziamo a valutare i due titoli dal punto di vista del competitivo, le differenze iniziano a diventare decisamente marcate, e si palesa chiaramente il target d’utenza dei due giochi.

Brawlhalla ha un moveset facile da imparare e si basa su dei comandi molto semplici (attacco leggero, attacco pesante, salto e schivata) e se si inizia ad affrontare il discorso competitivo, dopo poco si nota una forte strategia comune nel combattenti. Si tenderà a sfruttare il range di presa delle mosse della nostra leggenda per chiudere, letteralmente, l’avversario nella nostra area di competenza, colpendolo fino a fargli riempire la barra per poi lanciarlo fuori dall’arena e cercando di schivare i suoi colpi.

Super Smash Bros dal canto suo ha un moveset anch’esso facile da comprendere, ma con qualche variabile in più, come le prese e lo scudo (parata), e il discorso competitivo si amplia maggiormente, rendendo un po più strategico il tutto, sempre contando che lo scopo del gioco è il medesimo, ma oltre ad avere più possibilità d’attacco, si avranno a disposizione anche oggetti che oltre ad arrecare danno al nemico, ci permetteranno, talvolta, anche di recuperare qualche punto salute, rendendo gli incontri un po più tecnici e variabili.

Quindi, meglio Brawlhalla o Super Smash Bros?

Ovviamente la domanda è del tutto fuori luogo e fatta per farsi due risate, in quanto Brawlhalla è un bel titolo Free to Play, capace di intrattenere e di regalare piacevoli sessioni in compagnia di amici o nelle competitive online, ma ha dei grossi limiti evidenti a livello di gioco in se.

Il primo è la mancanza di una modalità offline vera e propria, di una storia o campagna, presente invece in Super Smash Bros su Switch, e soprattutto a livello tecnico, si ferma ad un gameplay abbastanza povero e che alla lunga non sarà in grado di regalarvi quella sfida che di solito si cerca nei fighting game.
Ma se quello che state cercando è un picchiaduro non molto impegnativo e che sappia divertire anche appena scaricato e che sia adatto magari ad una serata tra amici, allora Brawlhalla è il titolo che fa per voi.

E’ tuttavia doveroso ammettere che questi lati negativi, non impediscono a Brawlhalla di avere un online competitivo molto ricco di giocatori, capace di invogliare a migliorarsi e capace di intrattenere, quindi vi suggerisco di dare una possibilità a questo titolo e di valutare voi stessi, magari insieme ai vostri amici!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook