Tbc al Gemelli: A breve sarà indagata l’infermiera di neonatologia

Mentre al Policlinico Gemelli continuano le polemiche, per il contagio di Tbc del quale ancora non si è certi della “portata e per l’aborto di una donna che è stata rimandata a casa dopo aver superato il nono mese di gravidanza arriva la notizia che il Procuratore aggiunto Leonardo Frisani e il Sostituto Alberto Pioletti hanno ipotizzato i reati di omissioni in atti d’ufficio e di epidemia colposo:  “La consulenza – hanno spiegato – ci darà la possibilità di individuare ben precise responsabilità all’interno del Gemelli, piuttosto che colpire nel mucchio coinvolgendo soggetti che alla fine possono risultare estranei alla vicenda”.

 

Importate sarà il riscontro che sarà fornito dai Nas da cui si potrà capire chi all’interno dell’ospedale ha avuto responsabilità nel caso Tbc e per capire se la struttura abbia messo in atto tutte le misure previste per evitare casi come quello avvenuto.

Il legale dell’Ospedale ha affermato: “Apprezziamo lo sforzo della Procura in merito all’accertamento tecnico scientifico prima che vengano prese decisioni in qualsiasi direzione vista la complessità del caso è un’opportuna decisione”.

 

di Federico Montroni

 

19 settembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook