Loving | Jeff Nichols e l’amore oltre ogni colore

Loving | Jeff Nichols e l’amore oltre ogni colore

Il film Loving, ultima fatica del regista statunitense Jeff Nichols, apripista di una nuova cultura cinematografica indipendente negli States, esce nelle sale giovedì 16 marzo.

La storia che il film racconta è la reale e assurda vicenda avvenuta negli anni ’60 nello stato del Virginia: Richard e Mildred decidono di sposarsi. Tutto normale, sembrerebbe. Il problema è che lui è un uomo bianco, mentre lei è afroamericana. Costretti a sposarsi in Columbia, tornati in Virginia il pezzo di carta che ufficializza il loro amore non ha valore. Per questo sono costretti a fuggire a Washington, dove mancheranno gli affetti e i valori della vita precedente. Inizia così, tra il fermento sessantottino e di rivendicazioni, la lotta dei coniugi Loving, il cui caso arriverà fino alla Corte Suprema e aprirà le porte della legalizzazione del matrimonio misto negli stati segregazionisti.

In un periodo cinematografico come quello attuale, dove il messaggio subordina la forma, e dove la critica sociale, in particolare riguardo la questione Afro negli Stati Uniti, è centro di molte pellicole recenti, Loving sembra un pesce fuor d’acqua. Il paragone è assolutamente più che positivo: il film di Jeff Nichols, ex stella promessa del cinema americano, ormai un vero e proprio autore, riesce ad elevarsi dal turbinio black. Il regista di Mud utilizza la cinepresa come penna, e scrive una storia che non ha bisogno di parole, monologhi e citazioni ad effetto. Loving è un film che parla, anzi urla, attraverso le immagini: Richard e Mildred hanno bisogno di pochi e semplici termini per esprimere il disagio della loro situazione. Sono gli sguardi, i gesti, i tremolii delle corde vocali di un’incantevole e sorprendente Ruth Negga o i versi, tirati a forza, di Joel Edgerton, responsabile di un’interpretazione silenziosa che acquista potenza in piccole grandi sfaccettature (ad esempio, gli occhi, con i quali Richard Loving comunica più di mille parole). Una sceneggiatura asciutta e ristretta alle parole più importanti, a quelle veramente necessarie.

Nichols dipinge con le immagini, passando dai trionfi di colore dei campi lunghi del Virginia ai primi piani della Negga, e trasmette l’inquietudine e la speranza di una storia vera. Merito va anche al direttore della fotografia Adam Stone: diffusa, dolce, delicata. Loving non è solo forma, ma anche messaggio: l’amore è l’unica cosa che rimane e che deve rimanere. È solo attraverso l’amore (per una persona, per la famiglia, per la propria casa e per la propria vita) che si può vivere liberi da ogni oppressione.

 

Loving | Scheda tecnica

VOTO: 8,5/10

TITOLO: Loving

USCITA: 16 marzo 2017

REGIA: Jeff Nichols

SCENEGGIATURA: Jeff Nichols

DURATA: 123′

GENERE: biografico, drammatico

ANNO: 2016

PAESE: USA

CASA DI PRODUZIONE: Big Beach Films, Raindog Films

DISTRIBUZIONE (ITALIA): Cinema

FOTOGRAFIA: Adam Stone

MUSICHE: David Wingo

CAST ARTISTICO: Joel Edgerton, Ruth Negga, Michael Shannon, Nick Kroll, Marton Cksokas

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook