COME DIVENTARE GRANDI NONOSTANTE I GENITORI | Un film Disney in stile Nunziante

COME DIVENTARE GRANDI NONOSTANTE I GENITORI | Un film Disney in stile Nunziante

La storia di Come diventare grandi nonostante i genitori, ammettiamolo pure, è americana che più non si può.

Perché gli adolescenti di cui si vuole parlare sembrano avere problematiche sin troppo aleatorie rispetto alla media. Perché la Milano che viene ripresa vuole forzatamente somigliare a Boston. Perché più che in un liceo del nord Italia sembra di essere in una scuola in stile The O.C..

Insomma, la paura che da un momento all’altro sbuchi Zac Efron ed aiuti gli Alex&Co. a vincere il contest musicale contro il temutissimi One direction è davvero molta.

Fortunatamente però la sceneggiatura del film è affidata ad un certo Gennaro Nunziante, dissacratore per professione (basta citare i film di Checco Zalone per crederci?), fuori dagli schemi per idee e modo di esporle. E così alla fine il vero coup de théâtre sta proprio nelle sue mani, nella capacità di prendere un film bruttino, renderlo dichiaratamente una parodia del classico musical targato Disney aggiungendogli però una italianità tanto dichiarata quanto necessaria.
E’ lo stesso Nunziante a presentare Come diventare grandi nonostante i genitori come il risultato di una voglia di «pasticciare il marchio Disney mettendoci dentro delle cose più europee».

Cosa che dalla seconda parte in poi del film riesce anche sin troppo bene. Soprattuto grazie ad una buona amalgama creata tra attori d’esperienza (su tutti Giovanna Mezzogiorno, Matthew Modine e Margherita Buy) ed una nuova generazione di potenziali talenti capitanata da Federico Russo.

come-diventare-grandi-2_opt
Come diventare grandi nonostante i genitori

Scongiurata quindi la deriva isterica che avrebbe portato il film sui toni (e sui decibel) del primo Muccino, la storia di questi ragazzi che lottano contro una preside intransigente per dar spazio alle proprie indole musicali diviene il simbolo di ciò che i giovani dovrebbero essere.

Infatti il lavoro di Luca Lucini (già regista di Tre metri sopra il cielo e Amore bugie e calcetto) è sì un film per teenagers, ma anche un rimprovero a quei genitori troppo accondiscendenti, incapaci di insegnare la cultura del sacrificio ai propri pargoli.

Certo, la tematica del self-made man sarà anche satura nel cinema di oggi, ma è pur sempre un topic narrativo che inculca qualcosa nella mente di chi guarda. Meglio di niente…

Voto: 5,5/10

Dati tecnici di Come diventare grandi nonostante i genitori

TITOLO: Come diventare grandi nonostante i genitori

 USCITA: 24 novembre 2016

PRODUZIONE: The Walt Disney Company Italia e 3ZERO2

PAESE E ANNO: Italia 2016

DURATA: 90 min

GENERE: Commedia

REGIA: Luca Lucini

CAST: Giovanna Mezzogiorno, Margherita Buy, Matthew Modine, Leonardo Cecchi, Eleonora Gaggero, Emanuele Misuraca, Saul Nanni, Beatrice Vendramin, Chiara Primavesi, Federico Russo, Toby Sebastian

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook