NON SI RUBA A CASA DEI LADRI | Il neorealismo secondo i Vanzina

NON SI RUBA A CASA DEI LADRI | Il neorealismo secondo i Vanzina

Vincenzo Salemme e Massimo Ghini sono i protagonisti, antagonisti, dell’ultima opera di Carlo ed Enrico Vanzina, Non si ruba a casa dei ladri, al loro fianco due compagne d’eccezione, Stefania Rocca e Manuela Arcuri, che interpretano due donne agli antipodi. Sono i personaggi perfetti di una commedia sulla truffa che fotografa con simpatia alcuni dei peggiori difetti della società attuale.

Enrico Vanzina compone la classica commedia sulla truffa all’italiana rivista a partire da uno dei malcostumi più tristemente diffusi nella burocrazia dei giorni nostri: la corruzione e il raggiro. “Volevamo parlare di un argomento spiacevolmente attuale – ha spiegato il regista Carlo Vanzina in conferenza stampa -, ma attraverso una commedia. Non si ruba a casa dei ladri intende raccontare una parte della nostra società, ma con un sorriso, offrire un divertimento che lanci però anche un messaggio”.

non-si-ruba-a-casa-dei-ladri-locandina

In Non si ruba a casa dei ladri Vincenzo Salemme è Antonio Russo, imprenditore di una società di pulizie che cade in disgrazia a causa di un appalto ingiustamente assegnato ad un’altra azienda meno meritevole della sua ma con maggiori agganci. Per disperazione Antonio e sua moglie Daniela (Stefania Rocca), finiscono a lavorare come domestici nella lussuosissima villa di Simone Santoro (Massimo Ghini) e della sua compagna Lori (Manuela Arcuri). Presto i coniugi Russo scopriranno che il caso li ha condotti proprio nell’abitazione di colui che è stato l’artefice del loro fallimento finanziario ed elaboreranno un piano per rivalersi dell’ingiustizia subita grazie anche all’aiuto di alcuni amici tra cui un romano verace, Giorgio (Maurizio Mattioli).

non-si-ruba-a-casa-dei-ladri-3

“Non è una commedia, ma un film neorealista”: scherza, ma non troppo, Massimo Ghini con i giornalisti; perché in effetti, spiega l’attore, Non si ruba a casa dei ladri è un racconto che prende le mosse da un fatto di cronaca molto simile a quelli che si continuano purtroppo a leggere sui quotidiani. Una commedia che con garbata ironia, tra uno scherzo e uno travestimento, non viene meno al suo dovere di denuncia.

Commedia delle parti che strizza l’occhi alla classica commedia all’italiana, da Scola a Risi, Non si ruba a casa dei ladri racconta di una truffa nella truffa. Vincenzo Salemme, con un velo di amarezza, sottolinea che si tratta di una storia in cui, come spesso accade anche nella realtà, è difficile riconoscere alla fine chi sia la vittima e chi il carnefice, tutti in un certo senso danneggiati da una società impoverita di valori e che ha perso fiducia nella giustizia ordinaria.

Non si ruba a casa dei ladri scheda tecnica

Voto: 6,5/10
Titolo: Non si ruba a casa dei ladri
Uscita: 3 novembre 2016
Distribuzione: Medusa Film
Paese e anno: Italia 2016
Durata: 93′
Genere: commedia
Regia: Carlo Vanzina
Sceneggiatura: Carlo ed Enrico Vanzina
Interpreti: Vincenzo Salemme, Massimo Ghini, Stefania Rocca, Manuela Arcuri, Maurizio Mattioli
Trailer: https://www.youtube.com/watch?time_continue=3&v=DInu2l3R7L0

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook