Presentazione sezione ufficiale – Roma 2016

Presentazione sezione ufficiale – Roma 2016

Festival di Roma 2016, undicesima edizione: al via la sezione ufficiale del Festival romano con tanti titoli degni di nota e guest star internazionali davvero di spessore. Undicesima edizione insomma che non delude le aspettative, in generale, ma anche, nello specifico, nella sezione ufficiale della kermesse, che nella splendida cornice dell’Auditorium Parco della Musica, presenterà, tra gli altri, film come “Moonlight” di Barry Jenkis – in concorso per gli USA – , “Snowden” di Oliver Stone ed il nostro Sole cuore amore di Daniele Vicari.

Tra i più attesi, oltre ai sopraccitati lungometraggi, vi sono “Into the inferno“, film di Werner Herzog (Regno Unito – Austria), “The Birth of a nation” di Nate Parker e “7 minuti” di Michele Placido. Quest’ultimo affronta a gran voce il tema della precarietà nel mondo del lavoro di oggi mentre Moonlight, che aprirà le danze della manifestazione, gestita, per il secondo anno da Antonio Monda, affronta in maniera cruda e feroce un triplice tema: criminalità – razzismo – omofobia. Snowden del maestro Oliver Stone, invece, è un thriller – biografico che narra le gesta / imprese / lavoro di un tecnico informatico ex dipendente dell’Intelligence americana, responsabile della rivelazione di informazioni segrete governative.

Entrambi sono tratti da opere non originariamente concepite come film ma basate, bensì, su un’opera teatrale il primo, e su due best-sellers il secondo. “Into the inferno” di Herzog, invece, ci getta direttamente nella lava incandescente: scortati da Clive Oppenheimer, vulcanologo, percorriamo un giro del mondo attorno (dentro, vicino, accanto) ai più pericolosi vulcani del pianeta. “The Birth of a nation” di Parker, altro titolo di spessore, ci trascina nel doloroso percorso che ha incatenato e violato il popolo afroamericano, sin dagli albori della nascita dell’America, appunto.

Viviamo la tragedia assieme a Nat Turner, interpretato da Nate Parker stesso, che dà il via alla ribellione occorsa realmente nella Contea di Southampton in Virgina, nell’Agosto del 1831. Titolo già presentato al Sundance Film Festival 2016 dove ha vinto il premio del pubblico e il gran premio della giuria. Da segnalare anche il promettente “The Accountant” di Gavin O’Connor dove Ben Affleck la fa da padrone, dismessi i panni dell’uomo pipistrello, per calarsi nei panni (molto controversi) di un geniale – sociopatico – contabile che lavora, in segreto, per le più pericolose organizzazioni criminali al mondo. Un Festival, ed una sezione ufficiale, da seguire come non mai, insomma. Per tutti gli aggiornamenti sul programma: www.romacinemafest.it

Stay tuned!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook