I magnifici 7 – Film intelligente e dall’ottimo ritmo

I magnifici 7 – Film intelligente e dall’ottimo ritmo

Remake del celebre film del 1960 di John Sturges, I Magnifici 7 è un film del 2016 diretto da Antoine Fuqua.

Nella più classica delle ambientazioni western, Bartholomew Bogue, ricchissimo criminale e cercatore d’oro, conquista con i suoi banditi una cittadina spargendo morte e terrore. Una donna rimasta vedova cerca giustizia, e vendetta, affidandosi al cacciatore di taglie Sam Chisolm che in breve tempo dovrà formare un piccolo esercito per contrastare il famigerato Bogue.

Con queste premesse e un minutaggio di oltre centro trenta minuti, si potrebbe essere intimoriti: l’introduzione di ben sette personaggi principali, una trama già vista e un’ambientazione così tipicamente western potrebbero far scattare qualche allarme.

Invece questo film non annoia mai e non riesce a essere scontato o banale in nessun momento. D’altronde alla sceneggiatura c’è l’abilissima e talentuosa mano di Nic Pizzolatto (True Detective, The Killing), insieme a Richard Wenk.
La trama scorre rapidamente alternando momenti di leggera ilarità ad altri di solenne drammaticità.

Ulteriore punto di forza, il cast.
Denzel Washington è ormai garanzia per ogni ruolo, ma il duro del cinema ormai gli calza a pennello.

Peter Sarsgaard, semplicemente perfetto nel ruolo del cattivo, freddo e cinico, capace di lasciar assaporare umori e crucci senza dire una parola.

Chris Pratt si sta rapidamente consolidando come uno degli attori più richiesti di Hollywood, sapendosi adattare a molti generi diversi, come dimostra la sua filmografia altalenante.

Lee Byung-hun è un talentuosissimo attore sud coreano lanciato dal regista Park Chan-Wook. Poliedrico, metodico e introspettivo è un attore completo in grado di aggiungere qualcosa ai suoi personaggi. È protagonista in un altro western fortemente consigliato: Il buono, il matto, il cattivo, di Kim Ji-Woon.

Ethan Hawke e Vincent D’Onofrio ormai consolidati e certezze.
Infine una nota molto positiva per Haley Bennett, attrice di ventotto anni che si sta confermando nel cinema che conta e che ce la aspettiamo presto in altre grandi produzioni.

La regia di Antoine Fuqua non ha ancora convinto la critica al 100%. Molti alti e bassi, molti cliché che faticano ad essere abbandonati e, in generale, difficilmente ci delizia con qualcosa di davvero innovativo. I magnifici 7 è da aggiungere assolutamente alla sua lista dei , che dopo Southpaw – L’ultima sfida e The Equalizer speriamo possano continuare.

I magnifici 7 è un film perfettamente riuscito, ben calibrato ed equilibrato. Non eccede nella battuta frivola che vuole divertire per forza, non fa dei protagonisti degli assurdi supereroi e non rimarca nemmeno la sua natura western fino l’esasperazione, ma con naturalezza procede per quella che è la trama, ben scritta e con una linearità precisa.

Voto: 8½

I Magnifici 7 (The Magnificent Seven)

Dal 22 settembre al cinema

REGIA: Antoine Fuqua

SCENEGGIATURA: Richard Wenk, Nic Pizzolatto

DURATA: 132’

GENERE: Western, Azione

ANNO: 2016

PAESE: USA

CASA DI PRODUZIONE: Columbia Pictures, Escape Artists, LStar Capital, Metro-Goldwyn-Mayer

DISTRIBUZIONE (ITALIA): Warner Bros.

FOTOGRAFIA: Mauro Fiore

MUSICHE: James Horner, Simon Franglen

MONTAGGIO: John Refoua

CAST: Denzel Washington, Chris Pratt, Ethan Hawke, Vincent D’Onofrio, Lee Byung-Hun, Manuel Garcia-Rulfo, Martin Sensmeier, Haley Bennett, Matt Bomer, Peter Sarsgaard, Luke Grimes, Wagner Moura

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook