Il fiume ha sempre ragione – La poesia delle botteghe artigianali

Il fiume ha sempre ragione – La poesia delle botteghe artigianali

Fare poesia non vuol dire necessariamente scrivere poesie; anche un fornaio potrebbe con la sua arte dare  vita alla poesia.

Il regista e documentarista Silvio Soldini (Giorni e nuvole, Pane e tulipani) ha voluto riprendere da vicino la vita quotidiana di due artigiani che nonostante il vertiginoso mondo circostante, hanno deciso di dedicarsi alla vecchia arte della stampa.

Fanno funzionare manualmente le loro macchine a caratteri mobili, posizionando con cura una lettera dopo l’altra per dare forma alle parole.

Alberto Casiraghy vive a Osnago e ha trasformato la sua casa in una vera e propria bottega del libro. Ha fondato la casa editrice Pulcinoelefante e confeziona con semplicità e con amore piccoli gioielli fatti di disegni, colori, poesie e aforismi.

Josef Weiss invece si trova al di là del confine svizzero e oltre all’arte del tipografo, dedica il suo tempo a salvare e dare nuova linfa a vecchi libri.

Soldini li segue e li osserva in silenzio, mentre sono intenti a praticare il loro rito quotidiano. Con l’alternarsi delle scene girate tra una bottega e l’altra, le voci dei due artigiani ci introducono a questo mondo affascinante e a noi sconosciuto. I loro gesti e la cura del dettaglio danno un nuovo valore a ogni singola lettera. La posizione dei caratteri, lo stile, il tipo di carta concorrono a rendere unico ogni prodotto, e perfino un errore di stampa diventa un prezioso segno particolare.

Casiraghy ci racconta i suoi aneddoti, l’indimenticabile collaborazione con Alda Merini, le foto storiche, ci mostra la sua casa-bottega le cui mura sembrano regalarci infinite parole. Weiss ci incanta con la sua manualità, mentre incolla, ritaglia e restaura libri dal destino incerto.

I due artigiani diventano per noi due personalità di profonda umanità e cultura, portatrici di un potente messaggio: la bellezza dei ritmi lenti, dei singoli gesti e dei rumori delle vecchie macchine in funzione.

Senza pretese o aspettative il documentario diventa esso stesso una dolce poesia, che guida lo spettatore in un mondo di pace e serenità, dove la solita musica di sottofondo viene sostituita dal rumore della carta sfogliata, dal suono delle voci, o dal mormorio della macchina del caffè.

Smarriti in un mondo troppo frenetico, esigente e invaso dalla tecnologia, abbiamo dimenticato che “il fiume ha sempre ragione”, come anche il vento, la pioggia o il mare; ed è necessario a volte fermarci ad ascoltare quello che hanno da dirci.

Da non perdere! Al cinema dall’8 Settembre 2016.

Voto: 8.5

Il fiume ha sempre ragione

Regia: Silvio Soldini

Fotografia: Sabina Bologna

Suono: Giovanni Isgrò

Montaggio: Carlotta Cristiani

Produttori: Elda Guidinetti, Andres Pfaeffli

Produzione: Ventura Film

Co-Produzione: RSI Radiotelevisione svizzera

Genere: Documentario

Con: Alberto Casiraghy, Josef Weiss, Sara Elena Rossetti, Costanza Agnese, Roberto Bernasconi, Gaetano Orazio, Elena Gerasi, Massimo Monteleoni, Loredana Muller, Giuliana Weiss

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook