Mother’s day – Tributo a tutte le mamme

Mother’s day – Tributo a tutte le mamme

Mother’s day è un tributo alle mamme. Le madri sono da sempre protagoniste di canzoni e pellicole cinematografiche, per citarne alcune: Mia Madre di Nanni Moretti, Mommy di Xavier Dolan, Tutto su mia madre di Pedro Almodovar, Mamma mia! di Phyllida Llyod, Ma come fa a fare tutto? di Douglas McGrath, Motherhood di Katherine Dieckmann e Perché te lo dice mamma di Michael Lehamann.

In Mother’s day però, probabilmente per la prima volta, si parla di madri di tutti i tipi, con storie intrecciate e soprattutto facendo convergere ogni vicenda narrativa nel momento culmine che è appunto La Festa della Mamma.

Mother's day 10

MOTHER’S DAY – SINOSSI

Una serie di storie che esaltano il legame materno spesso conflittuale ma sempre fortissimo, talvolta folle! Nella settimana prima della festa della mamma, scopriamo le vite di un gruppo di donne forti, amorevoli e imperfette: da quella divorziata che deve fare i conti con la nuova matrigna dei suoi figli, a quella che cerca di trovare la madre naturale. Madri in attesa, single, matrigne, madri gay, madri assenti o lontane, madri di ogni tipo. Tutte ci ricordano come ogni madre è, a suo modo, un’eroina.

Seguiamo quattro storie e altrettanti personaggi principali: una madre divorziata (Jennifer Aniston), una donna da poco diventata madre (Kate Hudson), un padre che dopo la scomparsa della moglie è costretto a fare da mamma ai suoi figli (Jason Sudeikis) e una figlia che deve trovare il legame con la propria madre (Julia Roberts).

Mother's day 17

IL FILM – MOTHER’S DAY

Il regista e produttore Garry Marshall (noto per il successo di Pretty Woman) con il suo ultimo Mother’s day può chiudere la “trilogia delle feste” che comprende Valentine’s Day Capodanno a New York. Ancora una volta mette insieme un cast stellare, stavolta per celebrare la festa della mamma. Una commedia romantica che omaggia il rapporto indissolubile tra madre e figli e che mostra l’impatto delle mamme sui loro bambini.

Se nei film precedenti della trilogia, le storie si concentravano esclusivamente durante la festa (San Valentino e la vigilia di Capodanno), per questo film si è optato a dilatare il tempo per tutta la settimana fino al raggiungimento del giorno della festa della mamma.

Mother's day 22

IL CAST e CURIOSITÀ – MOTHER’S DAY

Julia Roberts con questo film arriva alla sua quarta apparizione in una pellicola di Garry Marshall. Lei è stata la prima a salire a bordo per interpretare Miranda. L’attrice e il regista sono amici di famiglia, i due si conoscono dai tempi di Pretty Woman, quando lei ancora non era molto conosciuta. Dopo il film fatto insieme la vita della star di Hollywood è cambiata. Una volta che Julia Roberts ha accettato, tutte le prime scelte per gli altri quattro protagonisti si sono decise a firmare. Insieme a lei, come manager di Miranda, anche una sua vecchia conoscenza Hector Elizondo, in Pretty Woman il direttore dell’albergo. Insieme, in una chiacchierata in un locale, si scambiano qualche battuta sulle posate da insalata rimandando al prestigioso film degli anni ’80. Hector Elizondo ha partecipato a tutti i 18 film di Garry Marshall, diventando un suo attore feticcio, quasi un portafortuna.

Mother's day 20

Una coppia molto carina è quella di Kristin (Britt Robertson) da poco diventata mamma, e Zack (Jack Whitehall), un comico in erba che vuole assolutamente sposare la sua ragazza. Kristin, adottata quando era neonata, teme di non sapere che tipo di genitore possa essere e non vuole sposare Zack prima di aver trovato la sua vera madre. Jack Whitehall, comico inglese, fa il suo esordio in un film americano. Secondo Britt Robertson Jack ricorda Hugh Grant e non si può non innamorarsi di lui.

Mother's day 19

Jennifer Aniston è Sandy, una divorziata che deve condividere i figli con l’ex marito Henry (Timothy Olyphant) e la sua nuova compagna Tina (Shay Mitchell), una ragazza giovanissima e ingenua che ama davvero sia Henry che i suoi ragazzi. La paura di Sandy, quindi, è quella di essere sostituibile anche agli occhi dei suoi figli.

Kate Hudson, figlia dell’attrice Goldie Hawn, aveva già conosciuto il regista quando era ancora molto piccola e sua madre lavorava a Una coppia alla deriva. In questo film è Jesse, una giovane madre felicemente sposata che però ha dei problemi con i suoi genitori, in particolare con sua mamma. Anzi, non ha proprio nessun rapporto. Jesse (sposata con un indiano, Russell – Aasif Mandvi – medico e padre di famiglia premuroso), e sua sorella (sposata con una donna), continuano a mentire ai propri genitori perché sanno che non approverebbero le loro vite. Flo (Margo Martindale), la madre di Jesse e Gabi, pensa che le loro figlie non siano perfette, hanno preso le distanze ma lei vorrebbe il controllo su tutto. Quindi decide di fare loro una sorpresa, ma è Flo stessa ad avere la sopresa.

Mother's day 16

Oltre alle madri c’è anche un mammo, Bradley (Jason Sudeikis), padre di due ragazze, che affronta la prima festa della mamma senza la moglie rimasta uccisa in combattimento. Mentre le figlie stanno cercando di andare avanti, Bradley non riesce a distaccarsi dal ricordo di sua moglie.

Mother's day 2

DATI TECNICI – MOTHER’S DAY

Mother's day locandinaVOTO: 7

TITOLO: Mother’s Day

USCITA: 23 giugno 2016

DISTRIBUZIONE ITALIANA: 01 Distribution

PAESE e ANNO: Usa 2016

DURATA: 118 minuti

GENERE: Commedia Romantica

REGIA: Garry Marshall

CON  Jennifer Aniston, Kate Hudson, Julia Roberts, Jason Sudeikis, Britt Robertson, Timothy Olyphant, Hector Elizondo, Jack Whitehall, Shay Mitchell, Aasif Mandvi, Ella Anderson, Sandra Taylor, Gianna Simone, Loni Love, Brandon Spink, Lucy Walsh, Drew Matthews

TRAILER – MOTHER’S DAY

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook