Calcolo Infinitesimale – La sfida di Papetti e Minini Merot

Calcolo Infinitesimale – La sfida di Papetti e Minini Merot

La didascalia iniziale del film ci dice che la storia che ci accingiamo a guardare è realmente accaduta. Scopriremo piano piano che non tutto è realmente come sembra.

La scena si apre sulla bellissima isola di Stromboli, dove è appena sbarcata Valeria Hostis (Stefania Rocca), una giornalista che ha rintracciato e contattato Roberto Pistis (Luca Lionello), un famoso scrittore che ebbe un grande successo con il suo primo romanzo Calcolo Infinitesimale. Valeria ha intenzione di scoprire i motivi che hanno spinto lo scrittore a cercare rifugio a Stromboli allontanandosi dal resto del mondo. A tale scopo soggiorna per un breve periodo nella dependance della sua villetta. Condividono insieme i pasti, si confidano, fanno lunghe passeggiate in riva al mare, vedendo crescere sempre di più la loro intimità. È impossibile capire sin da subito cosa si cela dietro questa vicenda apparentemente normale. Attraverso una serie di strambe situazioni, sotterfugi, giochi e inganni conosceremo i segreti della vita di Roberto e le reali motivazioni del viaggio di Laura.

Il film che prende il titolo dal romanzo scritto dal protagonista, è stato realizzato nell’estate del 2014 dai registi Enzo Papetti e Roberto Minini Merot in sole quattro settimane. È un film indipendente che ha utilizzato un budget di circa 150000 euro.

Calcolo Infinitesimale nasce dalla voglia di Enzo Papetti di “giocare con il linguaggio del cinema” sperimentando. La sua intenzione era quella di fare un film “giocato sul tono dell’ironia, uscendo dagli schemi abituali”. Luca Lionello e Stefania Rocca si mettono in gioco in una commedia dell’assurdo e si ritrovano coinvolti in discorsi e situazioni totalmente fuori controllo, mettendo “in scena l’insensatezza di vivere, nel modo più normale possibile”.

Il gioco tra i due protagonisti viene ogni tanto interrotto dal racconto di Roberto del suo nuovo romanzo mai concluso. I due attori danno anche i volti ai personaggi del romanzo creando scene che sembrano tratte da una soap opera, con una recitazione portata all’eccesso. I loro ruoli si sdoppiano dando vita ad una storia nella storia. Il tutto è arricchito dall’utilizzo di scene di animazione e da trovate surreali, come la presenza di uno squalo gonfiabile che vola e che si scorge in alcune scene.

Se si ha l’intenzione di cercare un senso profondo o un messaggio nascosto, non si può vedere questo film. In realtà il proposito dei registi era quello di svuotare il film da ogni significato, di creare un prodotto di totale intrattenimento. Quello che lo spettatore deve fare è godersi lo spettacolo senza troppe pretese, cercando di vivere senza pensieri questa totale follia.

Il film è volutamente un insieme di generi, una commedia con risvolti grotteschi che un po’ ricorda il modo di scherzare con la morte di Woody Allen o il non-sense dei contemporanei Fratelli Coen.

Una menzione speciale alla colonna sonora originale di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, registrata in un giorno e mezzo. Dona al film una perfetta cornice musicale, fungendo da legante tra i poetici paesaggi dell’isola e le assurde vicende dei due protagonisti. Durante le riprese del film è stato registrato anche il concerto delle musiche di Paolo Fresu che verrà distribuito nei cinema con il titolo “Dentro il vulcano”.

La pellicola è stata premiata al New York Festival e ha ottenuto il riconoscimento Stromboli in Love al Taormina Film Festival.

È stato un progetto molto coraggioso, portato avanti con convinzione sia dai registi che dagli attori. Mette alla prova il pubblico italiano, abituato a film drammatici e molto impegnati. Probabilmente la vicenda sarebbe stata perfetta su un palcoscenico teatrale.

Se ci si spoglia di ogni pregiudizio, e ci si lascia trasportare dalla follia, si riesce ad apprezzarlo.

In sala da giovedì 16 giugno!

DATI TECNICI

VOTO: 5.5

TITOLO: Calcolo Infinitesimale

SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Enzo Papetti

REGIA: Enzo Papetti, Roberto Minini Merot

FOTOGRAFIA: Enrico Maria Brocchetta

MUSICA: Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura

PRODUZIONE ESECUTIVA: Gigi Viglione

EDIZIONE E POSTPRODUZIONE: Myro Film – Milano

DISTRIBUZIONE: Mariposa Cinematografica

PAESE: Italia

DURATA: 90 minuti

GENERE: Commedia

CAST: Stefania Rocca, Luca Lionello, Manuela Tadini, Mita Medici, Nino Utano, Giulio Taranto, Andrea Fabbricino

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook