Un Certain Regard – Albo d’oro – Festival di Cannes 2016

Un Certain Regard – Albo d’oro – Festival di Cannes 2016

Festival di Cannes 2016 – Stasera al teatro Lumière si decreterà il film vincitore della sezione Un Certain Regard.

Cannes 2016
Cannes 2016

La sezione Un Certain Regard è nata nel 1978 per opera di Giles Jacob e unisce le tre precedenti categorie chiamate “Les yeux fertiles”, “L’air du temps” e “Le passé composé”. Si dà il premio al miglior film dal 1998. L’albo d’oro comprende:

  • 1998 – Tueur à gages, regia di Darezhan Omirbayev, nazionalità Kazakistan
  • 1999 – Beautiful People, regia di Jasmin Dizdar, nazionalità Regno Unito
  • 2000 – Le cose che so di lei (Things you can tell Just by looking at Her), regia di Rodrigo Garcia, nazionalità Stati Uniti
  • 2001 – Amour d’enfance, regia di Yves Caumon, nazionalità Francia
  • 2002 – Sud Sanaeha, regia di Apichatpong Weerasethakul, nazionalità Thailandia
  • 2003 – La meglio gioventù, regia di Marco Tullio Giordana, nazionalità Italia
  • 2004 – Moolaadé, regia di Ousmane Sembène, nazionalità Senegal
  • 2005 – La morte del signor Lazarescu (Moartea domnului Lâzârescu), regia di Cristi Puiu, nazionalità Romania
  • 2006 – Jiang Cheng Xia Ri, regia di Wang Chao, nazionalità Cina
  • 2007 – California Dreamin’, regia di Cristian Nemescu, nazionalità Romania
  • 2008 – Tulpan – La ragazza che non c’era (Tulpan), regia di Sergej Dvortsevov, nazionalità Kazakistan
  • 2009 – Kynodontas, regia di Yorgos Lanthimos, nazionalità Grecia
  • 2010 – Ahahah, regia di Hong Sang-soo, nazionalità Corea del Sud
  • 2011 – Arirang, regia di Kim Ki-Duk, nazionalità Corea del Sud (parimerito)
  • 2011 – Halt auf freier Strecke, regia di Andreas Dresen, nazionalità Germania (parimerito)
  • 2012 – Después de Lucìa, regia di Michel Franco, nazionalità Messico
  • 2013 – The Missing Picture (L’imagine Manquante), regia di Rithy Panh, nazionalità Cambogia
  • 2014 – White God – Sinfonia per Hagen (Feher Isten), regia di Kornél Mundruczò, nazionalità Ungheria
  • 2015 – Rams – Storia di due fratelli e otto pecore (Hrùtar), regia di Grímur Hàkonarson, nazionalità Islanda

Stasera scopriremo insieme chi sarà il vincitore del Un Certain Regard 2016

un certain regard

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook