Quiz Show: la vera storia dei quiz a premi a firma Robert Redford

Quiz Show: la vera storia dei quiz a premi a firma Robert Redford

L’Italia, dopo gli Stati Uniti, è forse la nazione che più ha dato alla luce quiz a premi televisivi durante gli ultimi sessant’anni.

Ma il primo, se non uno dei primi, resta il celebre show americano chiamato “Twenty One”: finanziato da una multinazionale, per un’importante network via cavo, è stato uno degli show più seguiti dagli anni 50 -60′. Dietro al quiz a premi però, si nascondono segreti e misteri che saranno svelati, a poco a poco, da un’intraprendente e “Donchisciottesco” giovane avvocato americano.

Pieno zeppo di battute memorabili, carico di pathos, instilla il dubbio amletico allo spettatore che si trova a dover in qualche modo scegliere per chi parteggiare, tra il bello e colto professorino Charles Van Doren – figlio del più noto, influente e colto Van Doren, celebre letterato e Professore USA – interpretato da Ralph Fiennes nella sua prova attoriale forse più riuscita, e l’inarrestabile avvocato Dick Goodwin – un giovane Rob Morrow in grande spolvero. Sommata alla presenza del caratterista e mattatore John Turturro , Quiz Show diviene un cult da non perdere.

Tratto da una storia vera, il film fa scoprire e riflettere qualcosa sepolto oramai sotto strati e strati di patinati spot e programmi tv dati in pasto allo spettatore / consumatore che, ignaro della verità, ora come allora, assorbe ciò che gli viene mostrato senza porsi troppe domande, vivendo di lustrini e pailleut che solo la televisione sa regalare.

Insomma, Quiz Show è di certo un piccolo gioiello da scoprire e riscoprire: ben diretto da un mostruoso Robert Redford, trasporta nei febbrili anni ’60 lo spettatore, che viene rapito da una storia così umana e così hollywoodiana al tempo stesso da prendere alla gola e soprattutto al cuore, sino al dolce-amaro finale.

Premio Bafta nel 1995 come migliore sceneggiatura non originale a firma di Paul Attanasio, il film ha inoltre raccolto, lo stesso anno, nomination a premi come Oscar, Bafta e Golden Globe.

Nel 1994, anno di uscita del film, il lungo ha collezionato il premio come Miglior Film al New York Film Critics Circle Award.

Curiosità: Nel lungometraggio è presente un piccolo cameo di alcuni dei protagonisti de “L’attimo fuggente”, in particolare il giovane Ethan Hawke discute brevemente con Mark Van Doren del libro Don Chisciotte della Mancia.

Da non perdere!

In dvd a partire da 6,64 € su Amazon.

Stay tuned!

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook