Anséra Trace the Future, guardare il passato negli occhi

Anséra Trace the Future, guardare il passato negli occhi

È stato proiettato al cinema Detour di Roma il docu-film Anséra Trace the Future, opera premiata allo Sguardi Altrove Film Festival di Milano.

Si tratta del primo lungometraggio prodotto da “Daitona”, nuova casa di produzione audiovisiva nata dalla passione e dall’ambizione di cinque giovani emergenti nel mondo del cinema, tra cui Valentina Signorelli e Lorenzo Giovenga, autori e registi della pellicola.

Il film, ambientato a Bergamo durante la festa di Santa Lucia, è il racconto di due donne divise da una generazione ma legate da territori comuni, il territorio geografico della città e il territorio affettivo della parentela.

La giovane Valentina e sua nonna Tullia ci accompagnano così in un viaggio tra i ricordi e i vicoli bergamaschi.

Le domande della nipote e i racconti della nonna permettono al passato di emergere spontaneamente e in maniera naturale attraverso la fluidità del dialogo.

Non si tratta infatti della storia che siamo abituati a conoscere, reificata in vecchie immagini di repertorio, ma di una storia vivida e tangibile, un passato che vive nello sguardo e nella voce di chi lo racconta, un passato che abbiamo la fortuna di poter guardare ancora negli occhi.

ansera

La pellicola è costituita da una ricca serie di aneddoti che toccano diversi argomenti quali il cibo, il matrimonio e la famiglia, non risultando mai pedante, grazie anche ad una regia e ad un montaggio ben curati.

I racconti della signora Tullia sono permeati da quel misto di semplicità, saggezza e malinconia tipico delle persone anziane.

Veniamo così a conoscenza di un’infanzia fatta di giochi poveri e semplici e di una gioventù sacrificata troppo presto al duro mondo del lavoro, prima come “donna” di servizio poi come operaia in diverse fabbriche di Bergamo. Fino ad arrivare al presente portando con se’ qualche piccolo rimpianto.

Anséra (che in dialetto bergamasco significa “noi eravamo”) è un film intimo e molto personale, che ha il grande pregio di dare valore e rilevanza all’elemento della memoria, in una società contemporanea che per natura tende a dimenticare troppo facilmente anche il passato più prossimo.


TITOLO ORIGINALE : Anséra Trace the Future

REGIA: Valentina Signorelli e Lorenzo Giovenga
PRODUZIONE: Daitona s.r.l. con il supporto di Oki Doki Film e con il sostegno di Fondazione Credito Bergamasco
SCENEGGIATURA: Valentina Signorelli e Lorenzo Giovenga
FOTOGRAFIA: Lorenzo Giovenga
CAST: Valentina Signorelli e Tullia Andreini
DURATA: 70’

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook