Nonno scatenato, Commedia del limite

Nonno scatenato, Commedia del limite

Nonno scatenato è un film di Dan Mazer con Robert De Niro e Zac Efron in uscita nelle sale il 13 Aprile.

A seguito della scomparsa della propria moglie, Dick (Robert De Niro) chiede a suo nipote Jason (Zac Efron) di accompagnarlo in viaggio in Florida per le vacanze di primavera perché gli hanno ritirato la patente. Jason, che deve sposarsi di lì a una settimana, inizialmente rifiuta ma, vedendo il dolore del nonno, decide di accettare. Ma non è il viaggio che si aspetta. Dick vuole godersi uno dei viaggi più selvaggi della sua vita, vuole andare avanti dopo il lutto. Inizia la serie di avventure estreme dei due con una inversione dei ruoli. Dick, il nonno, è più disinibito e pronto a far festa di suo nipote Jason, estremamente bacchettone ed ancorato ad una incapacità di scegliere da solo. La loro vita cambierà e i due rafforzeranno il loro rapporto.

Jason Kelly è il classico ragazzo che ha raggiunto il sogno americano. Lavora come avvocato nello studio del padre David, la sua ragazza Meredith è affascinante e sono pronti a sposarsi. Sembrerebbe tutto perfetto se non fosse per la continua intromissione del padre David nelle sue scelte e per Meredith che non riesce a pensare che a se stessa ed alla buona riuscita del matrimonio. Tutto cambia quando Jason incontra per caso Shadia, sua ex compagna al corso di fotografia del liceo.

Dick Kelly, invece, risponde con impeto alla morte della moglie. Si gode la vita. Si masturba davanti ad un film porno, si ubriaca, partecipa a feste in spiaggia con dei ragazzi del college e ci prova con le donne. Insegue per tutto il viaggio Lenore, una ragazza parecchio libertina che viaggia con Shadia e Bradley, un ragazzo omosessuale. Lenore deve completare la sua tripletta (fare sesso con una matricola, un ex del college ed un professore) e Dick, che si finge professore universitario, sembra il bersaglio perfetto.

Il film vuole essere una commedia scandalosa e senza censure, brillante, vuole andare appositamente oltre i limiti della volgarità e cercare di trattare tematiche importanti allo stesso tempo. Purtroppo è eccessivo nella trivialità, molto spesso gratuita e, soprattutto, già vista in altri film dello stesso genere seppur con un elemento innovativo: non è il nipote ad essere scatenato ma il nonno. I due protagonisti hanno avuto grande intesa e hanno reso veri i personaggi. Robert De Niro è stato abile sia nelle parti estreme, sia nelle parti in cui mostrava il suo dolore costante. Zac Efron si è rivelato un buon attore, ha dimostrato di avere talento, ha caratterizzato bene il personaggio.  Il resto del cast è stato ottimo, tutti gli attori hanno interpretato le parti con molta naturalezza, infatti il regista ha lasciato molto spazio all’improvvisazione. “Per me la sceneggiatura è sempre il punto di partenza” spiega il regista Mazer. “Quello che amo e trovo entusiasmante delle commedie sta nel trovare ogni giorno nuove risate.”

I temi trattati sono importanti: il recupero del rapporto famigliare (in special modo quello tra Dick e David), il modo di affrontare il dolore e la capacità di rendersi indipendenti dagli altri, di ascoltare il proprio cuore e di non permettere a nessuno di prendere decisioni al proprio posto. Bisogna essere schietti e sinceri in primis con noi stessi. Messaggi positivi, con ottimi attori ed un’idea innovativa. Peccato per la comicità banale in cui incappa il film.

“L’umorismo è una cosa seria” Leo Ortolani

 

Regia: Dan Mazer

Sceneggiatura: John M. Philips

Cast: Robert De Niro, Zac Efron, Jason Mantzoukas, Adam Pally, Dermot Mulroney, Julianne Hough, Zoey Deutch, Aubrey Plaza, Jeffery Bower-Chapman.

Articolo di Gian Marco De Cicco

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook