Victor, la vera storia segreta del Dott. Frankenstein. Un film non necessario

Victor, la vera storia segreta del Dott. Frankenstein. Un film non necessario

Il celebre romanzo di Mary Shelley ha visto riprendere vita in moltissime forme. Citato in tantissime opere, rivisitazioni in chiave grottesca, horror, comica, drammatica, filosofica. Questa storia si presta bene a qualsiasi circostanza perché analizza l’anima umana e il significato di quest’ultima. Una storia che sa stare sempre in piedi, in ogni tempo.

Non è un caso che film, fumetti, serie televisive la usino e riusino come punto di riferimento.

 

Victor, la vera storia segreta del Dott. Frankenstein è l’ennesimo film che sfrutta questa storia, non aggiungendo nulla di originale, ma anzi, mescola ingredienti vincenti senza però riuscire nel cocktail esplosivo. Frankenstein, ambientazione steampunk, una chiave horror accompagnata dalla leggerezza dell’action, ma soprattutto la presenza di attori come Daniel Radcliffe, il celebre Harry Potter, e James McAvoy, il giovane Professor X degli X-Men, e la regia affidata a Paul McGuigan, il regista di Slevin, sono tutti elementi che lasciano ben sperare, ma che si tramutano in una aspettativa non all’altezza del film.

Victor Frankenstein Film
James Mcavoy e Daniel Radcliffe

Una storia che sa di già visto, sceneggiatura standard che non sorprende mai e che procede esattamente come ci si aspetta, rispettando i tempi, i ritmi e i giusti cliché.

 

Film uscirà nella sale italiane il 7 Aprile.

 

Consigliato per chi vuole un film ben fatto, leggero e senza pretese. Di puro intrattenimento.

 

“Vivere non è difficile potendo poi rinascere cambierei molte cose, un po’ di leggerezza e di stupidità”

Franco Battiato

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook