Desconocido – Resa dei Conti, una corsa nella tensione

Desconocido – Resa dei Conti, una corsa nella tensione

Desconocido – Resa dei Conti è un film spagnolo in uscita al cinema dal 31 Marzo.

Primo lungometraggio per il regista Dani de la Torre, premiato ai Goya per il miglior montaggio e per il miglior sonoro.

Desconocido è un thriller dal ritmo incalzante ispirato da fatti reali, ovvero il caso spagnolo della vendita delle participaciones preferentes, prodotti finanziari ad alto rischio venduti senza trasparenza da alcune banche spagnole ai propri clienti, mandandoli in rovina.

Carlos (interpretato da un bravissimo Luis Tosar) è un ambizioso direttore di banca totalmente immerso nel proprio lavoro che, in quella che sembra una mattina come tante, decide di accompagnare i suoi due figli a scuola al posto della moglie.
Una volta salito in macchina la quotidianità di Carlos si trasforma in un vero e proprio inferno, una chiamata da un numero sconosciuto lo avvisa della presenza di una bomba all’interno della vettura, bomba che esploderà nel caso in cui uno dei passeggeri dovesse uscire dall’automobile.
L’unica via di salvezza per Carlos e i suoi figli è quella di versare un’esorbitante cifra di denaro nel conto dello sconosciuto ricattatore.

Da questo momento in poi il film diventa una corsa mozzafiato, carica di adrenalina, che assorbe lo spettatore in modo straordinario. La poltrona della sala sembra trasformarsi nel sedile della macchina del protagonista, rendendo la tensione e il senso di claustrofobia estremamente tangibili.

descono

Nel film inoltre non manca la presenza di una forte critica sociale riguardo le speculazioni finanziarie, veniamo infatti a sapere che Carlos ha costruito la sua carriera frodando i suoi clienti con investimenti rischiosi e fallimentari. La sua condotta scorretta finisce così con il ritorcersigli contro con la stessa spietatezza che caratterizza il sistema bancario da lui rappresentato. Assistiamo così ad un vero e proprio ribaltamento dialettico tra vittima e carnefice, tra colpevole e innocente. “Come ci si sente quando ti portano via tutto?” domanda il ricattatore a Carlos, ed è proprio questo il messaggio cruciale del film, la follia di chi ha perso già tutto e non ha più niente da perdere e la paura di chi può perdere tutto da un momento all’altro.

Desconocido-Resa-dei-Conti

Desconocido è un ottimo thriller e una grande prova di regia per De la Torre, di forte impatto visivo grazie a bellissime sequenze urbane e arricchito da una cura per il sonoro impeccabile che gli è valsa il premio Goya.

La pellicola mostra come un film di genere, con il sostegno di un importante sottotesto e di una sceneggiatura solida, possa allo stesso tempo intrattenere e far riflettere sui lati oscuri della nostra società.

Matteo Frezza

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook