Ex Drummer, compiacente e spietato cinismo

Ex Drummer, compiacente e spietato cinismo

exdrummerartEx Drummer è un film belga del 2007, diretto da Koen Mortier e tratto dall’omonimo romanzo.

Dries, famoso scrittore e vecchio batterista, viene avvicinato da tre rifiuti della società che gli propongono di suonare nella loro rock band. Tutti i membri devono però essere portatori di handicap.
Dries cerca ispirazione per il suo prossimo romanzo, così decide di entrare nel mondo dei bassifondi consapevole di poter tornare indietro in ogni momento; il suo handicap è, falsamente, quello di non saper suonare la batteria.

Il cantante Koen soffre di blesità, odia le donne picchiandole e stuprandole spesso come rivalsa sentendosi inferiore; il bassista Jan ha un braccio paralizzato e un rapporto assurdo con la madre e col padre, che è legato a un letto da anni; il chitarrista Ivan dice di essere sordo e vive nella povertà assoluta con una figlia di pochi anni e una compagnia tossicodipendente.
Questi tre coprotagonisti sono fastidiosi, rissosi, bifolchi, fuori luogo, violenti. Il peggio del peggio e con loro il mondo e i personaggi che li circondano.

Dries invece è astuto e colto, così manipola con disarmante cinismo i componenti della nuova band portandoli a odiarsi e a disastrose conseguenze nelle loro già misere vite.

Questo film possiede molta ironia e violenza. Lo scopo è quello di dar fastidio allo spettatore per buona parte del film, senza potersi immedesimare in nessuno dei personaggi presentati.
Pian piano si comincia però a delineare un velo di pietà per questi poveri personaggi, divenuti quel che sono per traumi solo accennati e con i propri handicap che non sono altro che sintomi psicosomatici per una vita triste e problematica.

Il finale è uno sconcertante pugno allo stomaco, critica sociale spietata e cinica verso una società che è ben lontana dall’equità e che vede la parte bassa della piramide sociale alla stregua di utensili.
Film tributo alla musica hard rock, con lunghe sequenze musicali di buon livello.

Dentro ogni persona cinica, c’è un idealista deluso
George Carlin

Valerio Di Lorenzo
2 giugno 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook