Frida, Tina e il Messico allo Spazio Oberdan

Frida, Tina e il Messico allo Spazio Oberdan

fridaDue artiste geniali, anticonvenzionali, dalla forte personalità, entrambe legate alle rivoluzione zapatista e al Messico: Frida Kahlo, eccentrica pittrice e Tina Modotti, poliedrica artista e fotografa friulana, sono le ispiratrici della rassegna in corso allo Spazio Oberdan di Milano, dal 3 al 9 novembre.

In contemporanea con la mostra dedicata a Frida Kahlo attualmente in corso a Genova, sarà possibile vedere il film biografico Frida (2002) di J.Taymor e il raro Frida, naturaleza viva (1986, P. Leduc), mai distribuito in Italia.

Tina Modotti è invece la protagonista di The Tiger’s Coat (1920), unico superstite dei tre film interpretati dalla fotografa udinese. Il documentarioTinissima. Il dogma e la passione (2011) ricostruisce l’avventuroso percorso artistico e biografico di Tina, i viaggi tra Stati Uniti e Messico, l’incontro con Frida Kahlo e Diego Rivera.

Completano la rassegna tre titoli “messicani” di Bunuel, El (1952), I figli della violenza (1950) e il surreale L’angelo sterminatore (1962), oltre ad alcuni lungometraggi di celebri registi ispirati alla rivoluzione messicana di Emiliano Zapata: Giù la testa di Sergio Leone (1971) , Viva Zapata! di Elia Kazan (1952) e l’incompiuto Que viva Mexico! (1932) di Sergej Eisenstein.

Per ulteriori informazioni [email protected]

www.cinetecamilano.it

Valeria Gubelli
5 novembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook