Salinger: La guerra privata di uno scrittore

Salinger: La guerra privata di uno scrittore

La biografia definitiva di una delle figure più affascinanti della letteratura del Ventesimo secolo, diretto da David Shields e Shane Salerno

Il-mistero-della-vita-di-J.D.-SalingerNegli ultimi cinquant’anni, Salinger, l’inafferrabile autore del “Giovane Holden” è stato più volte oggetto di svariati tentativi di biografia, ma per causa della riservatezza e segretezza con cui ha vissuto per quasi tutta la vita, l’uomo, la persona di Salinger è rimasto un enigma.

Questo libro, frutto di ben otto anni di ricerche ed interviste, raccoglie le testimonianze di tutte le persone a lui legate in ogni tipo di rapporto (dagli ex commilitoni ad attori celebri come Edward Norton).

Si parte dalla sua gioventù con i primi racconti alla partecipazione nella Seconda Guerra Mondiale durante lo sbarco in Normandia, i tentativi di far pubblicare i suoi lavori dal New Yorker, gli amori turbolenti e al ritiro dalla vita sociale a cui costrinse se stesso e la sua famiglia.

David Shields e Shane Salerno hanno riunito come in un puzzle queste testimonianze fino dall’Isolamento di Salinger avvenuto nel 1965 nelle campagne del New Hampshire (USA) ottenendo un thriller letterario sensazionale.

La biografia dello scrittore Americano sarà ufficialmente presentata Domenica 11 Maggio alle ore 18.00 presso il Circolo dei Lettori per Salone off di Torino, dove interverranno Massimo Coppola e Gianluigi Ricuperati.

A Milano Lunedì 19 Maggio alle ore 18.00 presso la libreria Feltrinelli d Piazza Duomo, interverranno Vincenzo Latronico e Luca Mastrantonio.

Il film “Salinger (Il mistero del giovane Holden)” distribuito da Feltrinelli Editore e Nexo Digital, sarà nelle sale italiane solo per un giorno Martedì 20 Maggio, elenco sale disponibile su www.nexodigital.it

Note sui realizzatori:
Shane Salerno (regista/produttore): è attualmente impegnato nella stesura del sequel di Avatar con James Cameron.
Ha recentemente contribuito alla scrittura i “Le Belve” diretto da Oliver Stone, oltre ad esserne produttore esecutivo.
David Shields: ha scritto quindici libri, tra cui Black Planet: Facing Race During an NBA Season, finalista al National Book Critics Award. In Italia è stato tradotto il suo Fame di realtà.
Buddy Squires (produttore/direttore della fotografia):
cineasta già premiato con Emmy ed una nomination per un Oscar come direttore della fotografia, è stato direttore della fotografia per questo film documentario.
Deborah Randall (produttore): produttrice del film documentario è stata produttore esecutivo di “Sundown: The future of Children and Drugs” acclamato film documentario vincitore di award che tratta il tema della droga, creato e diretto da Shane Salerno.
Craig Fanning (produttore):
Considerato tra i più eminenti produttori di video musicali al mondo, premiato con ben 135 nomination agli MTV, BET, MVPA, Gold Lion e Grammy per video musicali e spot pubblicitari.
Paul Alexander (autore della biografia di JD Salinger): editore della raccolta di saggi “Ariel Ascending: Writings about Sylvia Plath” nonché autore di “Rough Magic: a Biography of Sylvia Plath”.
Regis B. Kimble (montaggio):
da venticinque anni nel settore del montaggio, ha iniziato con un episodio di Matlock con Dean Hargrove fino alla collaborazione con Joss Whedon in “Buffy l’Ammazzavampiri” e Chris Carter in “X-Files”e naturalmente Shane Salerno.
Langdon F. Page (montaggio/produttore associato): ha iniziato a girare film sul finire degli anni ’90 a Santiago del Cile, spiccano fra tutte le collaborazioni con la HBO, ha recentemente aperto una casa di produzione a Santiago del Cile.
Jeffrey Doe (montaggio/produttore associato): professionista freelance da vent’anni, nel 2002 è stato nominato per un Emmy come miglior montaggio multicamera.
Lorne Balfe (compositore): vincitore di un Grammy e nominato ai BAFTA, noto per aver composto la colonna sonora del film di animazione della Dreamworks “Megamind” e del videogame della Ubisoft “Assassin’s Greed III” autore di colonne sonore candidate all’Oscar “Sherlock Holmes” e “Inception”.

Fabio Colucci
9 maggio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook