“Vittorio Veneto Film Festival”, la quinta edizione del festival di cinema internazionale dei giovani per i giovani

“Vittorio Veneto Film Festival”, la quinta edizione del festival di cinema internazionale dei giovani per i giovani

vittorio-veneto-film-festivalPartirà l’8 aprile 2014 la quinta edizione del “Vittorio Veneto film festival”. Il festival, che continuerà fino al 13 aprile, vedrà in gara 12 film di artisti provenienti da ogni parte del mondo. Quest’ evento, ha la caratteristica di essere in qualche modo pensato, progettato ed organizzato da ragazzi per ragazzi avendo uno staff di 1500 persone di età compresa tra i 6 ed i 25 anni.

Come tutti gli anni il festival dedicherà uno spazio ad una figura di grande rilievo nel cinema italiano, il personaggio scelto quest’anno è Marcello Mastroianni in occasione dell’anniversario dei 90 anni dalla sua nascita. L’8 dicembre sarà una giornata quasi interamente dedicata a Marcello Mastroianni, con una mostra che verrà aperta al pubblico dalle 17.30 presso la Torre dell’Orologio in via Cavour a Vittorio Veneto, dove verranno esposti scatti fotografici e contributi audiovisivi rappresentanti la vita di Mastroianni sia come attore che come l’uomo ed il padre che era.

La sera, si continuerà con gli eventi legati a Mastroianni con la proiezione, alle ore 20.45 presso il Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto, del film che lo ha visto vincitore del premio come miglior attore protagonista a Cannes nel 1988, “Oci Ciornie”. Sempre l’8 aprile a partire dalle 18.00 presso l’Area 21 in via Casoni si potrà assistere ad un’altra mostra dedicata ad Anna Magnani, immagini ed elaborazioni filmiche illustreranno al pubblico il percorso artistico della grande attrice, queste esposizioni saranno aperte al pubblico per tutta la durata del festival.

La serata di sabato 12 aprile vedrà come evento principale il galà della premazione, condotto dall’attrice Francesca Rettondini, durante il quale verranno premiati i 5 film risultati vincitori nelle rispettive fasce d’età, grazie ai voti dei 1500 giovani giurati, verrà assegnato anche il “Premio 400 colpi” come riconoscimento della Giuria di Qualità formata da personagi illustri scelti per le proprie competenze e conoscenze specialistiche necessarie per il giudizio dei lungometraggi. Tutti i film in concorso sono anteprime nazionali, tra essi vi è anche un film italiano dal titolo “Black out” unico film italiano, poichè le produzioni cinematrografiche italiane non vedono questo in cui ci troviamo come un periodo di grande attività.

Per volere dell’organizzazione del VVfilmfestival verranno anche assegnati altri premi grazie ai voti inviati dai giovani, portati nei mesi che precedono il festival ad interessarsi e prendere maggiormente in considerazione le opere e produzioni cinematografiche italiane.

I premi saranno assegnati a tre categorie, miglior attore attribuito a Daniele Liotti per il film “Tutta colpa di Freud”, migliore attrice assegnato a Carolina Crescentini per il film “Allacciate le cinture”, ed infine miglior doppiaggio, essendo considerata la qualità del doppiaggio italiano una delle migliori a livello mondiale, assegnato a l’attore e doppiatore Luca Ward. Il festival verrà chiuso con l’assegnazione del Premio “vvfilmf-MyTime” a l’attrice Elena Cotta, per la migliore interpretazione nel film “Via Castellana Bandiera” di Emma Dante.

Conferenza-stampa-vvffPer il secondo anno il festival sarà in collaborazione con grandi personaggi del settore della comunicazione, il programma radiofonico “Ottovolante” di Radio2 ed il suo staff saranno presenti al Teatro Da Ponte nella mattinata del 12 aprile, al fine di mostrare ai giovani che parteciperanno al festival come viene formato e strutturato un programma radiofonico, spiegando il lavoro che quotidianamente viene svolto dietro le quinte dai professionisti della comunicazione. Interverranno professionisti come il conduttore radiofonico ed attore Savino Zaba insieme ad Omar Fantini e Maria Pia Timo, i quali fanno parte dello staff di Colorado e Zelig. Oltre a Rai Radio2 vi è una collaborazione con Rai Cinema che offrirà 3 film di produzione propria al festival.

Questo festival, offre ai giovani compresi nelle fasce più grandi di età incontri pomeridiani con personaggi di rilievo in questi settori, dando cosi loro la possibilità di capire al meglio quello che accade dietro le macchine da presa ed il lavoro che viene svolto per ottenere il risultato finale destinato al pubblico. Saranno disponibili per tutti i ragazzi partecipanti durante tutto il periodo del festival dei laboratori completamente gratuiti, legati alla fotografia ed alla creazione di un cinegiornale dai quali verrano selezionati 15 ragazzi che creeranno un resoconto dell’evento che verrà proiettato a fine festival.

L’evento è molto vicino all’ambiente scolastico, offrendo ai giovani la possibilità di una formazione più ampia e di una più ampia visibilità in queste realtà che sono il mondo della comunicazione e del cinema, dando modo di esprimere il proprio talento contribuendo alla formazione e scoperta di futuri talenti italiani.

Federico Perruolo
25 marzo 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook