Lea Massari, magnifica ossessione al Mic di Milano

Lea Massari, magnifica ossessione al Mic di Milano

Lea-massari-mic-milanoIl MIC Museo interattivo del Cinema di Milano (Viale Fulvio Testi 121), situato nell’ex Manifattura di Tabacchi, dedica una rassegna a Lea Massari, una delle interpreti più amate dai registi degli anni ’60 e ’70, dal 7 all’11 marzo.

Attrice dall’indole riservata, Lea Massari (nome d’arte di Anna Maria Massatani) pur non avendo un’estesa filmografia, seppur di indubbia qualità, resta impressa nella memoria dello spettatore grazie alle sue interpretazioni intense e malinconiche, ricche di personalità.

Esordì nel 1954, ma ottenne notorietà in Italia e all’estero nel 1960, con il ruolo di Anna ne L’avventura di Michelangelo Antonioni. Tra gli anni ’60 e ’70 lavorò con Dino Risi, Nanni Loy, Valerio Zurlini, Louis Malle, Claude Sautet, Francesco Rosi; vinse il Nastro d’Argento di Cannes per la migliore interpretazione ne La prima notte di quiete (1973) e in Cristo si è fermato a Eboli (1979).

Presso il MIC sarà possibile rivedere Una vita difficile (1961, Dino Risi), Cristo si è fermato a Eboli (1979, Francesco Rosi), L’amante (1970, Claude Sautet), Soffio al cuore (1971, Louis Malle), Le quattro giornate di Napoli (1962, Nanni Loy), La prima notte di quiete (1972, Valerio Zurlini), L’avventura (1960, Michelangelo Antonioni), La giornata balorda (1960, Mauro Bolognini), La femme en bleu (1972, Michel Deville), Le soldatesse (1965, Valerio Zurlini).

Valeria Gubelli
8 marzo 2014

Per informazioni www.cinetecamilano.it

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook