Il potere dei soldi: trailer italiano con Liam Hemsworth bersaglio mortale di Gary Oldman ed Harrison Ford

Il potere dei soldi: trailer italiano con Liam Hemsworth bersaglio mortale di Gary Oldman ed Harrison Ford

Bersaglio MortaleImmaginate di avere a portata di mano un’occasione unica al mondo, capace di farvi diventare immensamente ricchi, ma che inevitabilmente vi costringe a scendere a pericolosi compromessi, senza alcuna possibilità di tornare indietro sulle vostre decisioni… Cosa fareste? Scegliereste la gloria e il potere, oppure preferireste rischiare la vostra stessa esistenza, per rimediare alle disonestà professionali commesse? Questi sono i problematici interrogativi che si pone l’attore Liam Hemsworth alias Adam Cassidy, il giovane protagonista della pellicola thriller di Robert Luketic “Il potere dei soldi“, quando due veri e propri “squali”, magnati dell’industria tecnologica nonché acerrimi nemici sul lavoro e nella vita, impersonati dai grandi Harrison Ford e Gary Oldman, rispettivamente Jock Goddard e Nicholas Wyatt, decidono di volerlo al loro fianco per rovinare i piani aziendali del diretto insopportabile rivale.
Il potere dei soldi“, titolo originale “Paranoia“, è in sostanza un film sul forte desiderio di ambire a posizioni lavorative più altolocate ed economicamente più redditizie, a discapito dei propri valori ed ideali, in quanto Adam Cassidy, ottimo impiegato presso la compagnia di telecomunicazioni Wyatt Corporation, arriva a commettere azioni criminali come ad esempio lo spionaggio industriale, passando letteralmente sopra il “cadavere” di chiunque, pur di accrescere ulteriormente il prestigio monetario raggiunto. “Il potere dei soldi”, il cui cast artistico annovera anche Amber Heard, qui nel ruolo di Emma Jennings e prossimamente in “Machete Kills 2”, Josh Holloway (Lost), Embeth Davidtz e Richard Dreyfuss, uscirà nelle sale italiane il prossimo 12 settembre, distribuito da M2 Pictures e Miramax. Qui sotto potete vedere il trailer italiano del film:

Selene Virdò
2 agosto 2013

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook