LA SCALINATA PIÙ LUNGA D’ITALIA. Costruzione ciclopica La Calà del Sasso. Una scalinata scavata nella roccia nel 1398 di 4444 gradini di pietra fiancheggiati da una canaletta selciata concava lungo la quale venivano divallati i tronchi dalla località Sasso dell’Altopiano di Asiago (Vicenza) fino al fiume Brenta, scendendo un dislivello di 750 m. Giunti nel Comune di Valstagna, nel Canal di Brenta, i tronchi venivano caricati su zattere e trasportati all’Arsenale di Venezia per la costruzione delle imbarcazioni. Ancor oggi la scalinata è percorribile in un ambiente selvaggio. Foto di Cinzia Albertoni

LA SCALINATA PIÙ LUNGA D’ITALIA. Costruzione ciclopica La Calà del Sasso. Una scalinata scavata nella roccia nel 1398 di 4444 gradini di pietra fiancheggiati da una canaletta selciata concava lungo la quale venivano divallati i tronchi dalla località Sasso dell’Altopiano di Asiago (Vicenza) fino al fiume Brenta, scendendo un dislivello di 750 m. Giunti nel Comune di Valstagna, nel Canal di Brenta, i tronchi venivano caricati su zattere e trasportati all’Arsenale di Venezia per la costruzione delle imbarcazioni. Ancor oggi la scalinata è percorribile in un ambiente selvaggio. Foto di Cinzia Albertoni
Filed in:
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook