A Tuscania, sul colle di San Pietro, sede dell’antica città etrusca, si erge la chiesa omonima, gioiello dell’arte romanica. La sua costruzione e decorazione vanno dalla fine dell’XI secolo agli inizi del XIII. ll portale maggiore e lo splendido rosone sono opera di marmorari romani di scuola cosmatesca, cioè con un tipico gusto decorativo basato su intagli e intarsi. I Cosmati furono marmorari romani appartenuti a quattro diverse generazioni vissute tra il XII e il XIII secolo famosi per i loro lavori architettonici, sculture, mosaici e decorazioni, realizzati prevalentemente in luoghi ecclesiastici – foto di Cinzia Albertoni

A Tuscania, sul colle di San Pietro, sede dell’antica città etrusca, si erge la chiesa omonima, gioiello dell’arte romanica.  La sua costruzione e decorazione vanno dalla fine dell’XI secolo agli inizi del XIII.  ll portale maggiore e lo splendido rosone sono opera di marmorari romani di scuola cosmatesca, cioè con un tipico gusto decorativo basato su intagli e intarsi.  I Cosmati furono marmorari romani appartenuti a quattro diverse generazioni vissute tra il XII e il XIII secolo famosi per i loro lavori architettonici, sculture, mosaici e decorazioni, realizzati prevalentemente in luoghi ecclesiastici – foto di Cinzia Albertoni
Filed in:
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook