L’Operazione, il teatro per Rosario Lisma

L’Operazione, il teatro per Rosario Lisma

Rosario Lisma è sino al 14 dicembre 2017, al Teatro Franco Parenti di Milano da regista, autore e attore con L’Operazione.

Inizialmente si è indotti a pensare che sia un testo a sfondo storico. Quattro attori stanno provando infatti, in un seminterrato, un nuovo spettacolo sugli anni di piombo. I militanti di allora ora, dopo anni di prigionia, vengono interrogati da un giudice.

Le frasi iniziali hanno una forte connotazione politica che rimanda a quel periodo: il nostro padrone era il popolo, la violenza la nostra sostanza; non ci sentivamo eroi, ma servi illuminati, nobili, come nobile era lo scopo che perseguivamo; compagni, non ci pieghiamo!

Il passaggio dai loro sogni traditi a quelli dei giovani attori di oggi è breve.

I quattro compagni attori cominciano infatti ad interrogarsi sullo spettacolo e sul valore del teatro in generale. Hanno idee diverse non solo sul momento storico di ieri, ma soprattutto sul modo oggi di veicolare il messaggio teatrale.

Per questo, in un simpatico gioco di rimando di teatro nel teatro, tre di loro lo declinano secondo un registro personale.

Il primo, tra Pippo del Bono e “Bestie di scene”, propone un modo scenico “spettacolare”. Il secondo, si abbandona al dialetto siciliano, lasciando all’impasto sonoro e alla gestualità esasperata, il compito di trasmettere le emozioni. Il terzo, attirato dai guadagni facili della TV, adotta anche le scorciatoie del piccolo schermo, fatte di parolacce, di relazioni famigliari al limite dell’inverosimile, di gestualità da stadio.

Il regista invece, il quarto del gruppo, si lascia andare a prolisse e pessimistiche disquisizioni sul teatro in generale e su quello italiano in particolare.

Questo momento, che potrebbe sembrare il fulcro della pièce a tratti forse un po’ lunga e prevedibile, non appare però convincente, né indica nuovi percorsi futuribili. La pessimistica conclusione che tutto è stato già detto, visto e rivisto, sembra farlo ripiegare su se stesso.

I quattro amici attori alla fine, concordano che anche in questo settore “la conoscenzocrazia”, le conoscenze, valgono più della meritocrazia.

Per questo insieme decidono che il successo del loro lavoro, più che dalla loro bravura, dipenderà dalla critica di un potente critico “Supremo”, che atterra e resuscita, che condanna e consola, capace di influenzare pubblico e critica servile.

Il critico invitato con insistenza dal gruppo, naturalmente non verrà.

Da qui, in uno slittamento teatrale dei ruoli, l’idea di organizzare un rapimento lampo, per obbligarlo a vedere lo spettacolo. Gli attori ricostituiscono nella vita reale, quella cellula di compagni cui stavano dando vita nelle prove teatrali, al grido di “compagni, i figli del popolo vanno a prendersi il sole!”.

Il pubblico in sala ride alle battute, che sembrano però esaurirsi all’interno dello spettacolo stesso.

 

Teatro Franco Parenti, Via Pier Lombardo, 14, 20135 Milano

L’Operazione

Testo e regia Rosario Lisma
con Ugo Giacomazzi, Rosario Lisma, Fabrizio Lombardo, Andrea Narsi e con Gianni Quillico
produzione Teatro Franco Parenti in collaborazione con Jacovacci e Busacca

Orari: Mar. 20.30 Mer. 21.00 Gio. 19.00 Ven. 19.30 Sab. 21.00 Dom. 15.45

Prezzo: intero 23,50€; convenzioni 18€; over 65/ under 26 15€; + diritti di prevendita

Info: [email protected] tel. 02 59995206
Fb : http://www.facebook.com/teatrofrancoparenti
Sito : http://www.teatrofrancoparenti.it App: Teatro Franco Parenti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook