Lenucccia, una partigiana del Sud, in scena al Sancarluccio di Napoli

Lenucccia, una partigiana del Sud, in scena al Sancarluccio di Napoli

LenuccciaCi sono storie, che fanno parte del patrimonio di una città, storie che ogni abitante di quel luogo dovrebbe conoscere, storie che contribuiscono a mantenere alta la dignità di un popolo. Una di queste storie, racconta di Maddalena Cerasuolo, detta Lenuccia, giovane donna, che al tempo delle quattro giornate di Napoli, momento in cui il popolo partenopeo si ribellò all’invasore tedesco, mise in gioco se stessa, svestendo i panni che all’epoca erano delle donne, e vestendo una divisa, fatta di speranza e voglia di tornare a vivere. Lenuccia divenne partigiana, e con coraggio e passione, scrisse la storia della rivolta napoletana contro in nazisti. La storia di Maddalena Cerasuolo, approda al Teatro Sancarluccio di Napoli, con “Lenuccia, una partigiana del Sud”dal 18 al 21 Aprile,  una produzione, dal basso, di Vodisca Teatro, in collaborazione con Teatro in Fabula, per la regia di  Aniello Mallarso. In scena, Maddalena Stornaiuolo e Luigi Credendino. Costumi di Anna Verde, effetti sonori di Salvatore Fiore, Foto di Tiziana Mastropasqua, comunicazione di Gabriella Galbiati, organizzazione di Rosario Esposito La Rossa.  Lo spettacolo è completamente ecologico, totalmente ad impatto zero. Attraverso un’attenta analisi e tenendo in considerazione i parametri messi a disposizione da Legambiente e WWF è stato infatti possibile calcolare le emissioni CO2 dello spettacolo, tenendo in considerazione ogni tipo di dinamica ad esso collegata, e si è riusciti quindi ad abbattere ogni tipo di effetto dannoso all’ambiente. La denominazione “spettacolo prodotto dal basso” viene invece dalla presenza di oltre 130 associazioni, gruppi teatrali, teatri che hanno deciso di unire le proprie forze per produrre, tutti insieme spettacoli teatrali. I coproduttori, provenienti da Campania, Lazio e Piemonte, hanno prenotato uno o più biglietti dell’evento ad oltre 60 giorni dal debutto, permettendo alle due giovani compagnie Vodisca Teatro e Teatro in Fabula, di poter produrre uno spettacolo teatrale in tutte le sue forme, dai costumi alla pubblicità. La storia di Lenuccia, abbraccia la storia di un Teatro, il Sancarluccio, in lotta per la propria sopravvivenza, ed un destino, quello di Napoli,  anch’essa, in perenne lotta, con se stessa, con le sue anime, con i suoi volti, con i suoi drammi ed i suoi tratti esasperati.

Paolo Marsico
20 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook