L’apparenza Inganna: quando la vicinanza nasconde la lontananza.

L’apparenza Inganna: quando la vicinanza nasconde la lontananza.

L’apparenza Inganna, di Thomas Bernhard con la regia di Federico Tiezzi, è in scena al Teatro Franco Parenti di Milano, dal 21 Marzo al 2 Aprile 2017, nella sala tre. É questo un piccolo spazio, famigliare o claustrofobico a seconda del tipo di recitazione scelta, che non consente alcuna separazione tra attori e pubblico.

In L’apparenza Inganna, lo spettatore infatti, si trova talmente vicino agli attori, da vedere le smorfie di disprezzo per Robert sul volto di Karl, da sentire il suo respiro un po’ ansimante, mentre a gattoni, cerca, con gli stessi occhiali con cui legge il Candido di Voltaire, una limetta da unghie.

Karl e Robert sono due fratelli un po’ in là con gli anni. Il primo è stato un artista, un giocoliere, il secondo un attore. La loro vita è scandita dalle visite che si fanno reciprocamente durante la settimana: il martedi è Robert che va da Karl, il giovedi è il contrario. Per questo Karl odia i martedi e anche i giovedi.

Il passato ritorna, ingigantendo le differenze, le riuscite ed i fallimenti. Ora poi che Matilde, la moglie di Karl è morta, lasciando la casa del weekend in eredità al fratello, per Karl diventa ancora più difficile resistere nel suo appartamento che fortunatamente è talmente vecchio da far passare inosservato il suo lento deterioramento quotidiano.

L’intera drammaturgia fatta di monologhi più che dialoghi, è piena di ambivalenze, quasi speculare come sono i due luoghi dove si svolge lo spettacolo. Il pubblico infatti si sposterà dall’appartamento di Karl, la sala tre, a quello di Robert, un altro spazio intimo e quasi segreto del bel Teatro Parenti.

Ma se l’arredo dei due appartamenti è diverso, uguali sono il contrasto tra amore-odio fraterno, aggressività e affetto, voglia di condivisione e separazione che dimora nei due fratelli.

Il testo, con una sottile vena polemica verso il teatro e la gioia di vivere, in realtà si regge sulla bravura degli attori. Come è il caso con Sandro Lombardi e Massimo Verdastro, che regalano una recitazione iperrealista che fa di piccolezze quotidiane momenti tragici e/o ridicoli.

 

Teatro Franco Parenti, Via Pierlombardo 14, Milano

Tel : 02 59 99 52 06
Mail: [email protected];

PREZZO:intero 32€; over65/under26/convenzioni 25€
ORAR:lun riposo; mar h 20.00; merc, ven h 19.15; gio h 20.30; sab h 21.00; dom h 16.15
DURATA: 100 min.

 

Sandro Lombardi E Massimo Verdastro

In

L’apparenza Inganna

di Thomas Bernhard
traduzione Roberto Menin

drammaturgia Sandro Lombardi

con Sandro Lombardi, Massimo Verdastro

regia Federico Tiezzi

scene Gregorio Zurla

costumi Giovanna Buzzi

produzione Compagnia Lombardi Tiezzi / Associazione Teatrale Pistoiese / Centro di Produzio

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook