“Il berretto a sonagli”, al Teatro Parenti va in scena Pirandello

“Il berretto a sonagli”, al Teatro Parenti va in scena Pirandello

Da martedì 21 a domenica 26 febbraio 2017 va in scena al Teatro Parenti di Milano la commedia “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello. Valter Malosti è attore e regista di quello che è una spettacolo dai connotati tipici delle opere pirandelliane, in cui la critica alla società e al suo contorto e paradossale modo di pensare si mischia con l’ironia più pura. Con il titolo “A birritta cu’ i cincianeddi”, testo interamente in dialetto siciliano, questa commedia venne rappresentata per la prima volta nel giugno del 1917. Si tratta di una delle ultime opere che Pirandello scrisse in dialetto. Un anno più tardi, nel 1918, fu pubblicata in lingua italiana col titolo “Il berretto a sonagli”.
Malosti parte dall’originaria versione in dialetto, nel tentativo di allontanarsi dalle ultime, stereotipate rappresentazioni dell’opera e rispolverare la potenza scenica di quei personaggi che erano stati partoriti dalla straordinaria mente di Pirandello con in dote una grande e unica personalità.

La trama – Beatrice nutre il sospetto che il marito, il cavalier Fiorìca, la tradisca con l’avvenente moglie del suo scrivano Ciampa e così, mossa da un irrefrenabile impeto di gelosia, organizza un piano per sorprendere i due e gettare il marito in pasto alle malelingue del piccolo paese in cui vivono. La donna, però, dovrà fare i conti con la sua famiglia e con l’onore leso di Ciampa, che determinerà un inatteso ed emblematico finale.

“Il berretto a sonagli” è un’opera grandiosa, magistralmente riletta dal regista, capace di ridefinire caratteri e ruoli e recuperare la figura di Beatrice Fiorìca quale co-protagonista di Ciampa. Una commedia resa “danzante” dal testo melodico ed estremamente espressivo, che pare fluttuare sul palco in un continuo rimpallo tra una battuta e l’altra.
Il prevalere della corda “civile”, su quella “seria” e su quella “pazza”, offre al pubblico uno spunto di riflessione sulla società, tanto quella del secolo scorso quanto quella attuale, che porta la gente a considerare l’apparenza la vera essenza dell’essere, quando, in realtà, ne dovrebbe essere solo lo specchio.

 

Info:

“Il berretto a sonagli”, Teatro “Franco Parenti” di Milano, da martedì 21 a domenica 26 febbraio 2017.

Di Luigi Pirandello
con Roberta Caronia, Valter Malosti, Paola Pace, Vito Di Bella, Paolo Giangrasso, Cristina Arnone, Roberta Crivelli.
Adattamento e regia: Valter Malosti.
Scena: Carmelo Giammello.
Costumi: Alessio Rosati.
Luci: Francesco Dell’Elba.
Macchinista e direttore di scena: Gennaro Cerlino.

Prezzi: intero: I,II,III settore 32€ / IV settore 25€; over65/under26: 18€; convenzioni: I, II, III settore 22,50€ / IV settore 18€.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook