Roma. Il teatro da concerto “Quirinetta” messo sotto sequestro

Roma. Il teatro da concerto “Quirinetta” messo sotto sequestro

Sequestrato il teatro da concerti “Quirinetta” di Roma. Uno dei locali di punta delle serate musicali romane è stato messo sotto sequestro penale preventivo, in quanto la discoteca, in cui lo stabile si trasformava durante la sera, era abusiva.

Dopo la nuova apertura, risalente al 2015, il Quirinetta ha ospitato una grande quantità di artisti nazionali ed internazionali divenendo uno dei punti di forza delle serate romane. L’episodio che ha fatto prendere la decisione di porre i sigilli il locale si è verificato tra la notte di sabato e domenica scorsa, durante la quale si è tramutato in una vera e propria discoteca, ritenuta, da un controllo incrociato di polizia e vigili del fuoco, non adatta ai parametri di sicurezza. Una situazione di scarsa sicurezza e di sovraffollamento, che in caso di incendio o altre allerte non sarebbe stata conforme a quanto necessario per la salvaguardia del pubblico. La polizia ha inoltre dichiarato che il teatro era già stato sottoposto a contestazione per quanto riguarda l’inquinamento acustico che causava e il suo titolare è stato denunciato. “Siamo inciampati nella burocrazia. Nulla di grave, ma dobbiamo fermarci per qualche giorno. Sabato notte, sono stati posti i sigilli al Quirinetta. La motivazione principale è una difformità nelle documentazioni. Come capite bene, difformità, è una parola che può avere tante sfumature, un po’ come il rock. Comunque, stiamo lavorando con le forze dell’ordine e con i nostri tecnici per risolvere la problematica di difformità, riaprire il prima possibile e poter tornare ad essere difformi solo nella proposta musicale e nella passione che mettiamo nel nostro Quirinetta”. Questo è stato il post rilasciato sulla pagina ufficiale del teatro, per rassicurare i clienti che il personale della struttura è già al lavoro, insieme alle forze dell’ordine, per cercare di risolvere la situazione al più presto, in quanto i concerti in programma per i prossimi giorni sono molti.

Ulteriori sviluppi saranno sicuramente presto resi pubblici, per far sapere se questi eventi saranno annullati o meno.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook