“Io, Ludwig van Beethoven”, con Corrado d’Elia al Teatro Libero

Finalmente è arrivato l’atteso debutto di “Io, Ludwig van Beethoven”, il nuovo spettacolo di Corrado d’Elia, che dal 6 al 21 aprile è in scena al Teatro Libero di Milano.
Lo spettacolo vuole essere un omaggio a quello che fu uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, rimanendo comunque un’impresa ardua, anche per gli appassionati, comprendere il genio di Ludwig van Beethoven, perchè  egli non rientra in nessuna categoria convenzionale e la sua complessità non si può afferrare con facilità.
Corrado D’Elia con questo suo lavoro penetra nei meandri più oscuri di questa complessità, portandone alla luce i particolari più curiosi, che hanno consentito al grande compositore di  diventare immortale.

Così scopriamo che indagare la vita di Beethoven vuol dire accostarsi ad altezze umanamente insolite, che genera sempre una grande emozione, perchè nella sua vita tante cose rimangono sempre mistero, a partire dalla sua sordità, dai rapporti col padre e con il suo tempo, il suo talento, gli amori, profondi e contrastati, le sue durezze, ma soprattutto la sua musica immortale.
Impareggiabile la sua Nona Sinfonia, con i suoi quattro movimenti così conosciuti e amati, che hanno cambiato la storia della musica per sempre. Rimane un mistero il perchè Beethoven, avendo la musica già in testa, aspettò dieci anni per comporre la Nona?  Cosa successe in quei dieci anni? Cosa cambiò nel mondo che lo circondava e cosa successe dentro di lui, ma soprattutto, come si preparò alla serata della prima rappresentazione a Vienna, il 7 maggio del 1824?

Sebastiano Di Mauro
4 aprile 2013

INFO:
Teatro Libero – Via Savona 10 Milano
“Io, Ludwig van Beethoven
Orari Spettacolo: da lunedì a sabato alle 21, domenica alle 16
Prezzi: da 13 a 21 euro
Data: dal 06/04 al 21/04
progetto e regia: Corrado d’Elia
con: Corrado d’Elia
assistente alla regia: Andrea Finizio
scene: Giovanna Angeli e Luca Ligato
luci: Alessandro Tinelli
fonica: Giulio Fassina
costumi: Stefania Di Martino
consulenza e scelte musicali:Andrea Finizio e Monica Serafini
si ringraziano: Alessandro Sgamma, Viviana Carniti
produzione: Teatro Libero

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook