“Teodora”. Successo di pubblico al teatro Oscar di Milano

Breve ma intensa. Quarantacinque minuti di spettacolo che hanno catturato l’attenzione del pubblico che ha riempito la sala dell’Oscar di Milano.
In scena un’opera che ha fatto epoca in passato, con la regia di Paolo Bignamini e come unica attrice protagonista Paola Vincenzi, diplomata presso l’Accademia dei Filodrammatici.
Teodora, è la compulsiva moglie dell’imperatore bizantino Giustiniano. Insieme al marito riusciranno a gestire uno stato complesso ed articolato come quello di Bisanzio, ma in essa si originano umori e animi contrastanti e diversi tra di loro.
Si innamora del greco Andrea, che ucciderà per gelosia durante la Nika, una rivolta scoppiata a Bisanzio e repressa nel sangue dalla stessa imperatrice con l’aiuto del generale Belisario.
Trama e composizione della scena essenziale. L’attrice ha mostrato grande preparazione e bravura nell’affrontare un ruolo di difficile interpretazione, in un lungo e tormentato monologo.
Grande pathos ed emozione nel momento in cui, l’imperatrice uccide il suo amante, dopo un lungo dissidio interiore.
Applausi finali scroscianti per un teatro di eccellenza che non riscuote sempre consensi ampi di pubblico proprio perchè di nicchia e relegato ad una qualità superiore alla normale commercialità dei prodotti artistici.

Mirko Tomasino
20 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook