“Innocente”, dal romanzo di Grisham al Teatro Libero di Milano

“Innocente”, dal romanzo di Grisham al Teatro Libero di Milano

L’innocenza è la condizione di chi viene accusato ingiustamente. L’innocenza è una consapevolezza, un sentimento che può mettere radici profonde che, unite alla rabbia a cui è inevitabilmente legato, può arrivare a condizionare l’intera esistenza. “Innocente”, spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di John Grisham, in scena al Teatro Libero di Milano dal 17 al 23 ottobre, inscena proprio questa precisa condizione (dis)umana.

Ron Williamson, interpretato dall’attore e regista Mirko D’Urso, è una giovane stella del baseball americano ingiustamente accusata di omicidio e condannato alla pena capitale. Il fallimento come professionista schiude le infauste porte di una vita fatta di alcool e depressione, sfociata nel conflitto perenne con la legge e la religione, dalle quali Ron si allontana fino a diventarne l’antitesi vivente. Il suo disprezzo verso le regole non è però forte a tal punto dal renderlo insensibile nei confronti della vita umana. Eppure la sua vita sopra le righe si dimostra, suo malgrado, una leva che spinge l’opinione pubblica e quella della giuria verso l’ingiusta emanazione di un verdetto sfavorevole. Ron Williamson, dopo un processo sommario, viene giudicato colpevole e condannato alla pena capitale per l’omicidio di una ragazza.

Inizia così la lenta agonia fisica e morale di Ron. Un uomo in gabbia, come un animale, senza speranza né futuro. Un uomo volgare, violento, psicopatico, ma innocente. Crudo, come lo spettacolo pretende di essere e riesce ad essere. L’attore ha l’abilità di trasmettere senza filtri la voglia di Ron Williamson di “morire da uomo libero”, che assurge a unico residuo stimolo vitale di un uomo ormai spogliato di ogni dignità e di ogni sogno. Il tutto come strumento per veicolare una pungente denuncia contro quello strumento che ancora in molti, troppi paesi viene utilizzato da giudici terreni con la pretesa di sostituzione del giudice supremo: la pena di morte.

“Innocente”, Teatro Libero

Drammaturgia, regia e interpretazione: Mirko D’Urso
Assistente alla regia: Ylenia Santo
Light design: Irradia SA
Audio: Nello Sofia
Scenografia: Giuseppe D’Urso
Produzione: Compagnia Officina Teatro

conclusione della replica di domenica 23 ottobre, saranno presenti per un incontro di approfondimento Lucia Fiumberti, testimone diretta di un errore giudiziario, documentato nel film doc “Non voltarti indietro” di Francesco Del Grosso, e Donatella Massimilla, regista e direttrice artistica del CETEC, che da molti anni si occupa di teatro con le detenute di San Vittore.
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook