CalibroNotte debutta con il progetto: NOIR – una storia sbagliata

Dopo l’indiscusso successo della Tournée da Bar di Tritacarne Italia Show, il gruppo CalibroNotte ha presentato allo Spazio Tertulliano, (Via Tertulliano 68 , Milano ) la seconda tappa della trilogia Assoli per Attore Solo, dal titolo: NOIR-una storia sbagliata.
Un testo originale e accattivante: un detective, amante dell’alcool sta per chiudere la sua agenzia quando una bionda avvenente entra nel suo studio,  proponendogli un nuovo caso: uno zio scomparso misteriosamente il cui unico indizio sarà una dentiera.
Il detective accetta l’incarico sprofondando nel dolore di una città carica di sofferenza, dove amore e poesia si nascondono nel buio notturno degli angoli di strada dimenticati dalla società benpensante.

Il monologo dell’attore Davide Lorenzo Palla ci guida in un percorso dove si è disposti a perdere tutto anche se stessi, in un caos metropolitano in cui una serie di casi umani dipinti a tinte grottesche dalla drammaturgia di Federico Perrone, prendono vita.
Interessante la scenografia ideata da Bruno Marrapodi, in arte “Brein”: il fondale grande del noir è un telone scenografico di 5,5 mt x 4, dipinto con idropittura acrilica.
L’immagine risprodotta nel fondale è uno scorcio della Darsena di Milano, in zona porta genova; è stata scelta dall’artista poiché la zona dei navigli è un insieme di mondanità, vita di quartiere, case di ringhiera, criminalità, traffico, ristoranti e locali notturni, un ambiente variegato che  non può non partorire abitanti e frequentatori variegati e grotteschi, caratteristiche che coincidono perfettamente con quelle dei personaggi del noir.
I personaggi sono stati dipinti ad acrilico su tela di lino, la stessa che Brein utilizza nei suoi quadri; essi entrano ed escono dalla scena con dei giochi di luce stupefacenti.
Come artista Brein dipinge particolarmente paesaggi urbani e non, con un’attenzione per le abitazioni, fuori dalle quali c’è spesso un individuo in piedi che osserva lo spettatore; la sua tavolozza è molto ampia e tradisce in modo sfacciato le regole accademiche di composizione.
Il pubblico non può non restare coinvolto dallo spettacolo, dalla capacità dell’attore di impersonare i diversi personaggi cambiando timbro vocale e mimica facciale: il pianto della geisha, la voce stridula della donna bionda, l’atteggiamento dell’anziano…diventa così  semplicissimo cogliere il cambiamento di scena.
Il colpo della pistola secco, assordante irrompe nel buio del palco, i personaggi muoiono tra le lacrime… lo spettatore non può non sentire quel dolore; da tempo seguo il mondo del teatro con i suoi attori ma questo spettacolo mi ha particolarmente stupita per l’originalità del testo e la precisione dei dettagli; non è semplice per un monologo rendere reale e vivo un racconto, il monologo infatti conserva spesso la pecca di non riuscire a “realizzare visivamente i personaggi”, di non riuscire a creare le”immagini”nella mente dello spettatore.
Davide Lorenzo Palla riesce a rendere ogni personaggio vitale, lì sotto i nostri occhi: i personaggi piangono, si arrabbiano, vivono… una realtà che si crea sotto gli occhi di un pubblico incantato.  
Una storia sbagliata, la trasfigurazione del genere noir, per raccontare il  disagio che si nasconde nelle nostre vite, con la voglia di ricercarne il senso.
Il gruppo artistico CalibroNotte viene formato a Milano nel 2011 da Davide Lorenzo Palla, attore, Federico Perrone drammaturgo, Bruno Marrapodi pittore e Riccardo Mallus, regista.
Il gruppo si è riunito per la prima volta intorno allo spettacolo Tritacarne Italia Show grazie al quale raccoglie i primi successi; ottiene infatti la menzione speciale al Festival Scintille 011/Asti Teatro, viene selezionato per il Festival If-Off dal Teatro del Buratto di Milano (Ottobre 2011) e partecipa al Festival Cittadella di Luna, ad Alessandria (Luglio 2011).
Per la prima volta a Milano sempre con Tritacarne Italia Show, CalibroNotte organizza nel mese di maggio 2012 una Tournée da bar coinvolgendo 10 diversi locali milanesi per 10 giorni: un successo che va oltre ogni aspettativa.
Con il nuovo progetto NOIR – una storia sbagliata, CalibroNotte mette in scena la seconda tappa della trilogia di Assoli per Attore Solo, che si concluderà con la produzione dal titolo Rovinati dal Futuro, al momento semifinalista al Premio Scenario 2013.

 

Lucia Arezzo
16 marzo 2013

IINFO:
NOIR – una storia sbagliata
di Federico Perrone
Interpretato da Davide Lorenzo Palla
Scenografie di Brein
Luci: Fabio Bozzetta
Allestimento di Fabrizio Palla
Regia di Riccardo Mallus

Vi terremo aggiornati sulle prossime date in programma.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook