L’isola dei rifatti di Virginio Liberti, al Teatro Oscar

Ritorna al Teatro Oscar di Milano, dall’1 al 17 marzo 2013, il  regista Virginio Liberti con L’isola dei rifatti – Omaggio al Grand Guignol. È una commedia di satira sociale, con pennellate truculente ispirate al Grand Guignol. Esso nasce nel 1896 come una sala di teatro parigina specializzata in storie macabre e sanguinolente, raccontate in tono grottesco e triviale. Il teatro continua la sua attività, tra alti e bassi, sino al 1953. Il termine grand guignol e grand-guignolesque sono oggi usati oggi in senso peggiorativo e designano situazioni esagerate, ricche di elementi d’effetto.
È un po’ quello che ritroviamo su quest’isola. Immaginatevi  una prestigiosa clinica per la chirurgia plastica, dove accorrono persone da tutto il mondo per correggere le imperfezioni facciali, eliminare rughe fastidiose, rimodellare fianchi squadrati, seni e sederi piatti: ricche signore, attori famosi, assassini di ogni sorte, criminali coinvolti in sequestri, commercio di organi, cannibalismo.

È  in prima assoluta con Maria Eugenia D’Aquino, Riccardo Magherini, Annig Raimondi, Carlo Decio. Virginio Liberti,oltre a curarne la regia, è  anche autore del testo, scritto appositamente per la Compagnia. È una produzione PACTA. dei Teatri.

Raffaella Roversi
3 marzo 2013

Teatro Oscar, Via Lattanzio 58, 20137 Milano
Informazioni: tel: 02.36503740 | sito web: www.pacta.org | e-mail: [email protected] – [email protected]

Spettacolo inserito nell’abbonamento ‘Invito a Teatro’

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook