Siddharta the Musical: viaggio nella spiritualità

Siddharta the Musical: viaggio nella spiritualità

“Si può rendere migliore il mondo in cui si vive iniziando a rendere migliore il cuore con cui si vive”

Il musical Siddharta, un progetto Eventi di Valore, dopo il suo debutto assoluto al teatro delle Celebrazioni di Bologna  lo scorso dicembre, per poi toccare Bari e Roma è ora approdato al Teatro Arcimboldi di Milano, dove ha fatto il suo debutto ieri sera davanti ad una sala gremita di pubblico, che lo ha a lungo applaudito.
Lo spettacolo è liberamente tratto dal romanzo omonimo di Herman Hesse, scritto nel 1922 ma divenuto un successo negli anni Sessanta e Settanta, la cui trasposizione è scritta e diretta da IsaBeau, alias Isabella Biffi, con la collaborazione alle musiche di Fabio Codega e la partecipazione musicale straordinaria di Beppe Carletti dei Nomadi, e con le coreografie di Chiara Valli.
Inoltre il musical si ispira anche al film  Piccolo Buddha, di Bernardo Bertolucci e alla leggendaria figura del Buddha Shakyamuni. La storia narrata e quella del principe Siddharta e del suo cammino di ricerca della vera essenza della vita, alla scoperta delle ragioni della sofferenza. Egli dopo aver abbandonato gli sfarzi della reggia, arriva attraverso un travagliato percorso interiore ed un difficile peregrinare, fino a raggiungere l’illuminazione interiore, che consente di vivere una vita lunga e realizzata, nella quale anche il dolore può trasformarsi in saggezza e felicità. In questa sua ricerca “Il principe Siddharta si spoglia di tutta la sua ricchezza per trovare la vera felicità in quello che sente e non in quello che possiede”.
L’obiettivo del progetto di questo spettacolo, le cui regole sono le classiche del teatro musicale, non è solo quello di fare spettacolo, ma di  trasmettere al pubblico un messaggio spirituale profondo, proprio in un momento storico-sociale che ne ha particolarmente bisogno, perché si stanno perdendo i veri valori della vita.

Presi come siamo dal consumismo  si tende a dare più importanza all’immagine del nostro esteriore, in quanto apparire è diventato più importante  dell’essere, e con troppa facilità ci si dimentica di guardarsi dentro per ricercare in noi le potenzialità che abbiamo nel nostro profondo.
Talvolta l’eccessivo egoismo sfocia perfino nel narcisismo, e siamo troppo impegnati specchiarci dimenticando  di chi soffre intorno  a noi divenendo incapaci di amare, proprio perché ci siamo rifiutati di farci illuminare dall’amore.
Il giovane Siddharta è interpretato dal talentuoso Giorgio Adamo, per poi passare da un ottimo Paolo Scheriani, che veste i panni del vecchio Siddharta e narratore di questo viaggio. Insieme a loro, sul palco, anche altri 20 artisti: Michelangelo Nari, Chiara Sarcinella, Roberta Serrati, Paolo Gatti, Caterina Desario, Daniele Arceri, Renato Capalbo, Margo’ Volo, Benedetta Imperatore, Gaetano Caruso, Michela Plos, Valentina Patti, Elisa Cunselmo, Giorgia Stizzoli, Martina Fossati, Nadira Lisi, Giordano Orchi, Pippo Lopez, Nino Demonteverde, Cristian Ciccone.
Il cast di questo musical è assolutamente eccezionale e composto da  cantanti e ballerini professionisti, che insieme mettono in scena le quattro sofferenze della vita, la gioia dell’amore, le emozioni intense della ricerca interiore.
Le musiche, che spaziano in maniera assolutamente armoniosa tra gli  echi della antica cultura indiana per poi avvicinarsi a delle sonorità più contemporanee creano dei contrasti piacevoli ma irreali, senza però intaccare il valore dell’opera, che nel complesso passa il giudizio del pubblico.
Le scenografie di  Roberta Volpe, conducono lo spettatore in un viaggio verso un mondo fantastico, in cui si fonde l’atmosfera magica ed emozionale che perviene al pubblico attraverso il pathos emotivo, dato dal susseguirsi dei quadri scenici e le proiezioni degli effetti speciali, che pure contribuiscono al gradimento dello spettacolo.

Sebastiano Di Mauro
9 febbraio 2013

Foto: Paolo Casati

Maggiori informazioni sullo spettacolo, collegandosi al sito www.siddhartamusical.com
TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI
Viale Dell’Innovazione 20 – Milano – www.teatroarcimboldi.it
dal 7 al 17 febbraio (tranne l’11, il 12 e il 13 febbraio)
Dal martedì al sabato ore 21
Domenica ore 16.
Ingresso da  40  a 18 euro
Libretto e Regia: IsaBeau
Coreografie: Chiara Valli
Musiche Originali di: Isabella Biffi, Beppe Carletti e Fabio Codega
Scenografie: Roberta Volpe
Costumi: Mitra Abadian
Light Design: Alessandro Velletrani
Music Planner: Beppe De Palma
Grafic Project: Gabriele Mellera
Official Photos: Beppe Bisceglia
Produzione Esecutiva: Fabrizio Carbone

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook