Canta o Sparo in scena al piccolo Bellini di Napoli

Spettacolo con testo di Manlio Santanelli, uno dei più prolifici e stimati autori italiani, ed un prestigioso repertorio canoro napoletano

Mr. Pitt è un gangster italoamericano, segnato dalla vita, e provato dagli anni , che rapidamente hanno travolto la sua cinica esistenza. Come rimedio all’insofferenza che ormai attanaglia i suoi giorni, l’uomo decide di assumere un’infermiera, rigorosamente partenopea, cosi, da rivivere, attraverso la sua voce , i giorni e le emozioni che indissolubilmente lo legano alla sua amata Napoli, fatti di canzoni, di storie e di racconti che vivranno per sempre. Questa la suggestiva trama di un meraviglioso spettacolo, in scena al Piccolo Bellini di Napoli dall’11 al 20 gennaio.
Canta o Sparo”, titolo emblematico che racchiude in se la sintesi di un’esistenza al limite, che chiede rifugio alla passione ed alla sincerità della musica. Antonella Morea, Roberto Azzurro e Yacoubou Ibrahim, gli straordinari interpreti di una spassionata storia d’amore, tra un uomo e la sua città, una storia di tanti, che vittime o meno della propria esistenza, impone prima o poi di ricongiungersi con le proprie emozioni, con le proprie origini, con i propri errori. Antonella Morea e l’astuta Felicella, che tra un’iniezione ed una canzone, prova a spillare quanti più dollari possibili all’anziano Mr.Pitt, denaro che poi manderà in crisi tutti i suoi iniziali progetti di investimento.

Roberto Azzurro è l’ambiguo Mr.Pitt, gangster e sognatore, assassino spietato, e passionale innamorato, di una città che mai andrà via dalla sua anima, e che con fatica prova a rincorrere, attraverso la presenza della sua particolare infermiera. Yacoubou Ibrahim è il fido Gedeon, assistente, compagno, picciotto di Mr.Pitt, con il quale condivide una isolata esistenza, fatta di agguati, ostentato potere e maniacali misure di sicurezza.
Una perfetta miscela di storie e di uomini, di musica e di ricordi, d’amore e di malinconia, magistralmente diretta da Fabio Cocifoglia. E poi la musica, tanta musica, canzoni di una Napoli ormai lontana, interpretate splendidamente da Antonella Morea. “Miez’ ‘o grano”, “Canta pe’ mme’”, “Nuttata ‘e sentimento”, qualcuno dei brani, protagonisti dello spettacolo, testi di rara poesia ed immortale spirito, un po’ ideale, un po’ vita, di una città che da tutto, e poco chiede per se.

 

Paolo Marsico
14 gennaio 2013

 

INFO:
Piccolo Bellini – Teatro Bellini di Napoli
Via Conte di Ruvo, 14 Napoli
“Canta o Sparo”

dall’11 al 20 gennaio
Orari spettacolo: feriali ore 21:30 – Domenica ore 18:00
Musiche arrangiate da Paolo Coletta
Scene di Flaviano Barbarisi
costumi di Alessandra Gaudioso
regia di Fabio Cocifoglia

 

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook