Il Principe Amleto al teatro Parenti di Milano

Per il 3° appuntamento del Progetto Amleto, dal 12 al 14 dicembre nella Sala Grande del Teatro Franco Parenti di Milano, Dario Manfredini presenta IL PRINCIPE AMLETO, liberamente ispirato all’Amleto di William Shakespeare, con con Guido Burzio, Cristian Conti, Vincenzo Del Prete, Angelo Laurino, Danio Manfredini, Mauro Milanese, Giuseppe Semeraro e la regia dello stesso Manfredini.
Lo spettacolo è prodotto in coproduzione con Theatre du Bois de L’Aune (BLA) – Aix en Provence (France) con il sostegno di Espace Malraux, Scène nationale de Chambéry et de la Savoie – CARTA BIANCA (programme communautaire Objectif 3, Coopération territoriale européenne 2007 – 2013 France –Italie “Alcotra”) e Emilia Romagna Teatro Fondazione e Teatro Franco Parenti.

L’Amleto di Manfredini è un uomo che sogna, immagina, fantastica, vive il reale filtrato dalle sue sensazioni, sentimenti, amplifica alcuni aspetti, ne deforma altri. Maschere, luce, costume, musica, artifici teatrali: sono il veicolo dentro cui ha preso forma la specifica visione del mondo di Amleto. Per la prima volta Danio Manfredini, riferimento per molti artisti e spettatori, si confronta con un testo classico insieme al gruppo di attori che lo affiancano. Dopo un lungo periodo di prove, l’opera di Shakespeare è stata asciugata dalle ripetizioni informative e dagli aspetti prettamente letterari, mentre ne sono stati mantenuti i fatti essenziali che sostengono la vicenda.
Del suo spettacolo Danio Manfredini dice: “Della vicenda del Principe soprattutto mi ha attratto il fatto che fosse un uomo di pensiero, di immaginazione e la teatralità del suo punto di vista. Questa messa in scena è stata un’occasione per esplorare i livelli che utilizza la mente di fronte al tentativo di districarsi nella realtà: come ripensa alle cose, se le racconta, le deforma, le cambia e ricostruisce un tessuto soggettivo del rapporto con il mondo. Amleto ha una storia, e ogni uomo ne ha una, ma è come ci si rapporta alla propria storia quello che mi ha tenuto agganciato ad un testo scritto da secoli: il Principe fa dentro di sé un gran lavorio tra riflessioni e immaginazioni, congegna strategie e tattiche, soffre i suoi dubbi, patisce nel dolore e nella solitudine dell’isolamento. Sono questi gli elementi che mi hanno avvicinato il testo di Shakespeare e reso contemporaneo”.

 

Redazione
12 dicembre 2012

INFO:
Teatro Franco Parenti – Via Pier Lombardo, 14
www.teatrofrancoparenti.it
Prezzi:
intero €22; over60/under25 €11; convenzioni* €17,50
*le convenzioni non sono attivabili nei giorni di venerdì e sabato
Orari
merc h.19.30 ;giov e ven h.21.15;
BIGLIETTERIA
[email protected]
TEL. 02 59995206

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook