“Non buttiamoci giù”, a grande richiesta, torna al Teatro Libero di Milano

Reduce del grande successo di settembre, dal 6 all’11 novembre torna al Teatro Libero l’opera teatrale dal titolo: “Non buttiamoci giù“, diretto ed interpretato da Luciano Roman, di cui vi avevamo parlato nella nostra precedente recensione.

Un testo intelligente e toccante: un presentatore televisivo, una donna di cinquant’anni, una ragazza di diciotto e un uomo di trenta si incontrano casualmente la notte di Capodanno sul tetto di un palazzo denominato “La casa dei suicidi”. Ognuno dei quattro personaggi si accinge a compiere il gesto estremo, ma paradossalmente intralciandosi, impediscono l’un l’altro di suicidarsi grazie al l’inconsapevole riconoscimento dello stesso male di vivere, come diremmo: l’unione fa la forza!.

“Non buttiamoci giù” di Nick Hornby è uno scatto fotografico della nostra società attuale, fatta di solitudine e di impossibilità di comunicare. Dal testo di Hornby viene ripresa la situazione originaria: tutto lo spettacolo verte sulla notte di Capodanno e la storia si sviluppa su quattro monologhi intermittenti interpretati tutti da Luciano Roman, ogni personaggio racconta quella notte dal proprio punto di vista. L’unico dettaglio di riconoscibilità tra i personaggi è il diverso accento: dal bergamasco al friulano, dal milanese al toscano.

Lo spettacolo “Non buttiamoci giù” sostituirà “La regina senza corona”, che non andrà in scena per motivi non dipendenti dalla Direzione del Teatro, del quale vogliamo anche darvi qualche informazione:
Il Teatro Libero è una sala sospesa in cima allo stabile di via Savona a Milano; la location si raggiunge tramite un ascensore o salendo la scala che fiancheggia le abitazioni private. La direzione artistica è affidata attualmente all’attore e regista Corrado d’Elia.
La prima stagione 98/99 è stata curata e gestita da Teatri Possibili, che stava cercando una sede più giovane per le sue attività.
I primi contatti si realizzarono nel marzo del ’98 per terminare successivamente nell’accordo di gestione del giugno successivo. Da settembre dello stesso anno, Teatri Possibili inaugurò così la nuova stagione teatrale con opere con la regia di Corrado d’Elia.
Nel settembre 2005, a 10 anni dalla nascita della Compagnia Teatri Possibili, cominciarono i nuovi lavori di ristrutturazione per il Teatro Libero, che a distanza di tre settimane riaprì finalmente al pubblico.
La direzione di Corrado d’Elia e la gestione Teatri Possibili hanno portato il teatro ad essere per la terza stagione consecutiva la sala più visitata in Italia tra quelle fino a 200 posti, e ha portato solo nella stagione 2004-05 oltre 33.000 presenze. Da ormai due anni il Teatro Libero partecipa all’iniziativa “Invito a Teatro” , sostenuta dalla Provincia e convenzionata con il Comune di Milano.
Un Teatro quindi finalmente alla portata di tutti, dove ogni opera riesce a coinvolgere il pubblico; uno spettacolo “Non buttiamoci giù” da non perdere, che invita alla riflessione nei confronti di  questa società priva di comunicazione e piena di problemi esistenziali.

 

Lucia Arezzo
1 novembre 2012

Info:
ORARIO SPETTACOLI:
da lunedì a sabato ore 21.00; domenica ore 16.00
PREZZI BIGLIETTI
Intero: € 19,00
Under 26: € 15,00
Over 60: € 11,00
allievi con carta TP CARD: € 6,00
ORARI E INFO BIGLIETTERIA:
Dal lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Nei giorni di spettacolo: Da lunedì a venerdì fino alle ore 21.30; sabato dalle ore 19.00 alle ore
21.30; domenica dalle ore 14.00 alle 16.30

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook