La Roma di Eleonora Danco

La Roma di Eleonora Danco
Eleonora Danco

Lo Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro di Milano, in via Orcagna, ha offerto gratuitamente al pubblico, come sua consuetudine, lo spettacolo Intrattenimento Violento – Squartierati, due testi scritti e interpretati da Eleonora Danco, il 20 e 21 gennaio 2016.

Sul palco in penombra, bicchieri di plastica trasparente accartocciati e sparsi. Danno l’idea di un mondo trasandato, pieno di rifiuti, di ombre della vita. La brava attrice avanza schiacciandoli, deformandoli, facendo rumore. Sotto ogni passo emettono un suono, un grido, una nota cacofonica che si spande per la sala. E’ la Roma dimenticata quella che prende vita dai monologhi in romanaccio e in italiano di Eleonora Danca; una Roma vagamente pasoliniana, degli ultimi, diseredati, soli; lontana dalla sua stessa immagine di città dalla bellezza eterna. E’ per le sue strade, camminando tra fiumane di persone simili a manichini a pile, sull’asfalto dove un piccione morto giace accanto ad un gelato squagliato, in mezzo ad una pioggia di mezze parole su volti distrutti, che prendono vita i suoi personaggi. Ci sono tutti: i folli, i drammatici, i prototipi di romani, cui tutto “ja arrimbalza”. Alcuni sono comici, altri divertenti, tutti molti soli. C’è l’adolescente alla fermata dell’autobus, che fa casino per farsi notare ed un adulto disattento le urla di tornare a casa, in famiglia, se la ha. E l’adolescente risponde con rabbia, che certo che ce l’ha lei una famiglia : ha un padre che non si vede mai, una madre che lavora per mantenere tutti, un fratello che la sfrutta, che la manda a lavorare per rubarle i soldi, una nonna che se ne frega per non avere problemi. C’è l’impiegato che ogni giorno si fa un’ora e mezzo di macchina sul raccordo per arrivare in ufficio e un giorno ha un bisogno urgente ma non sa dove fermarsi e il tragitto diventa un incubo. Il lui stanco che vuole solo dormire e la lei che si vuole fare sposare. Aleggia su tutto, un vuoto, una mancanza, una sorta di drammatica poeticità.

Spettacolo interessante, vitale. Brava l’attrice, sempre sola sul palco; il dialetto romano stempera le piccole volgarità connaturate ai personaggi; la musica scelta da
Marco Tecce, fa da sottofondo sonoro urbano.

INTRATTENIMENTO VIOLENTO – SQUARTIERATI
di e con
Eleonora Danco
musiche scelte da
Marco Tecce
disegno luci
Eleonora Danco
assistente
Andreina Orlando
regia di
Eleonora Danco

Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro
Via Andrea Orcagna, 2 – 20131 Milano
02.45485085/02.26688369 – [email protected]

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook