Conto alla rovescia per il debutto de La febbre del Sabato Sera

Quando mancano una manciata di giorni al debutto di quello che si annuncia il Musical della stagione 2012/2013,  l’intero cast del musical “La Febbre del Sabato Sera“,  per la prima volta, ha incontrato l’orchestra che accompagnerà dal vivo tutte le scene a partire dal 18 ottobre, per 8 repliche settimanali, al Teatro Nazionale di Milano. A questo evento unico, che si è tenuto nell’Auditorium di Radio Popolare, i ragazzi del cast, visibilmente emozionati più di chi assisteva, hanno fatto ascoltare, in anteprima, tutti i brani dello spettacolo, che sono stati adattati in italiano dall’ottimo Franco Travaglio.
Sono state emozioni forti quelle che  si sono vibrate nell’auditorium e, nonostante mancassero i costumi e le scene, le musiche sono state sufficienti a fa salire la febbre e riportare alla memoria i ricordi de “La Febbre del Sabato Sera” il film generazionale del 1977, di John Badham con John Travolta che entrò nella leggenda. Chi non ricorda i famosissimi brani dei Bee Gees, che compongono la colonna del film, ma anche del musical, che venne presentato a Broadway l’anno successivo (1988).

Tutti questi brani sono oramai diventate  delle hit di successo, e tra queste ricordiamo le più famose ed emblematiche, come Stayin’ Alive, Night Fever e You should be dancing.
Le musiche, per questo nuovo allestimento prodotto da Stage Italia, sono state  arrangiate da Phil Edwards e Nigel Wright, e a dirigere l’orchestra sarà il  maestro Simone Manfredini, coadiuvato dal programmatore Musicale Lee McCutcheon.
In questa versione l’interprete di Tony Manero,  ruolo che fu di John Travolta, è  Gabrio Gentilini, giovane di eccezionale talento, scelto tra oltre 2000 candidati presentatisi alle audizioni. Oggi Gabrio ha 24 anni, solo un anno più giovane di John Travolta all’epoca dell’uscita del film del 1977 ed è al suo  primo ruolo da protagonista, ma non si è affatto montato la testa, ma ha i piedi ben piantati a terra.
Con lui in scena uno stuolo di  giovani artisti, i cui ruoli principali sono: Marina Maniglio (Stephanie Mangano), Laura Panzeri (Annette), Filippo Strocchi (Dj Monti), Giacomo Buccheri (Frank Manero jr. / Jay), Massimiliano Pironti (Bobby C.), Luca Santamorena (Double J.), Giuseppe Verzicco (Joey) e Samuele Cavallo (Gus), ma anche due non più giovanissimi, ma giovanili Lucianna De Falco (Flo Manero) e Sebastiano Vinci (Frank Manero sr. / Fusco). Molto nutrito e preparato il gruppo di artisti che compone l’ensamble, a cui và senza dubbio alcuno il riconoscimento per la bravura e l’affiatamento con il resto del cast.
La regia italiana di questo spettacolare allestimento de La Febbre del Sabato Sera è di Carline Brouwer, mentre l’adattamento dei testi e le liriche in italiano sono di Franco Travaglio. Chiara Noschese, già Casting Director, svolgerà per il nuovo show il ruolo di Regista Associato e Regista Residente. Le scene e i video sono di Carla Janssen Höfelt, i costumi di Cocky van Huijkelom, il disegno luci di Andrew Voller, il disegno fonico di Jeroen Ten Brinke, parrucche e trucco di Sjoerd Didden. Infine le coreografie sono firmate da Chris Baldock.
Le aspettative del pubblico per questo spettacolo sono molto alte e la promozione sta rispondendo bene ai canali di vendita dei biglietti perchè la Febbre sale sempre di più. Tra le curiosità sui costumi e le acconciature in scena ve ne rippsto alcune: 60 sono le parrucche create appositamente per lo spettacolo in 6 mesi di lavoro; Tony Manero sarà l’unico personaggio in scena ad avere dei costumi assolutamente simili a quelli di John Travolta nel film; i costumi degli altri personaggi, hanno un design completamente originale, e sono realizzati con elementi attraverso capi originali recuperati in mercatini vintage di tutta Europa e con elementi sartoriali creati appositamente per lo spettacolo.
Molto suggestivo si annuncia l’impatto scenografico, caratterizzato da cambi di scena rapidi e inaspettati, mentre sarà una grande orchestra a suonare, rigorosamente dal vivo, contribuendo a ricreare la magica atmosfera delle altre grandi produzioni Stage.
Tony Manero è un giovane che vive nella degradata periferia newyorchese di Bay Ridge, con la sua famiglia di immigrati di origine italiana. Lavora come commesso in un colorificio, ma il sabato sera cambia pelle e diventa il re della discoteca Odissey 2001. Questo è il luogo di ritrovo dove va a ballare con gli amici, i popolari “Baroni” Joey, Gus, Double J, Bobby e con la sua amica di infanzia e partner di danza Annette. Ma una sera nel locale Tony incontra l’affascinante Stephanie e si sente subito attratto da lei. Quindi annuncia ad Annette, da sempre innamorata di lui, di avere una nuova partner. La coppia viene proclamata vincitrice, anche se Tony è convinto che una coppia di danzatori portoricani sia stata penalizzata per ragioni razziali e decide di consegnare loro il premio. Stephanie intanto si è trasferita definitivamente a Manhattan e, dopo un litigio, gli fa credere di averlo preso in giro e di non provare nulla per lui. Tony inizia a riflettere sulla propria vita e sul proprio futuro e, dopo eventi tragici che coinvolgono i suoi amici e essersi riconciliato con Stephanie, decide definitivamente di lasciare il suo quartiere per ricominciare da capo a Manhattan.

Se sono riuscito ad incuriosirvi non vi rimane che lasciarvi contagiare da questa febbre e correre a fare la fila alle casse del Nazionale, prima che lo spettacolo sia Sold Out, perchè in tempi di crisi come quella che stiamo vivendo “lacrime e sangue” sono in tanti a cercare  qualche ora di spensieratezza, per esorcizzare l’incertezza del futuro, in attesa di tempi migliori che auguriamo arrivino presto per tutti.

 

 

Sebastiano Di Mauro
6 ottobre 2012

Info:
Teatro Nazionale – Piazza Piemonte Milano
dal 18 ottobre 2012 al 27 gennaio 2013
dal martedì al venerdì ore 20.30 – sabato e domenica ore 15.30 e ore 20.30
Biglietti:
presso tutte le rivendite Ticketone e Agenzie Unicredit abilitate, oppure chiamando il numero 848.44.88.00 e sul sito www.teatronazionale.it.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook