Al Martinitt si inizia con «Questa volta te lo dico che ti amo»

Al Martinitt si inizia con «Questa volta te lo dico che ti amo»

Al Teatro Martinitt di Milano la nuova stagione si apre con una commedia sentimentale e a tratti nostalgica, «Questa volta te lo dico che ti amo» in scena fino all’11 ottobre, che ci riporta indietro con la memoria negli anni ’80 e ’90.
Scritta e diretta da Luca Franco, questa commedia vede alternarsi sul palco gli attori della compagnia I Mercanti di Stelle, da Roberta Scardola a Corrado Gattinara, protagonisti di un amore mai dichiarato, da Marco Russo a Monica Falconi, esuberante coppia improvvisata, da Daniele Locci a Daniele Trombetti, amici-nemici al centro di continue gag e giochi goliardici. E con i piccoli interpreti Edoardo Del Bene e Julia Pogan.

L’atmosfera è quella leggera e semplice di una rimpatriata tra vecchi compagni di classe in occasione del Capodanno, con il ritrovarsi diversi ma pur sempre con lo stesso spirito dei vecchi tempi, con i ricordi ad accavallarsi e la voglia di divertirsi intatta. Sullo sfondo fa da filo conduttore la storia d’amore tra Dario e Monica, mai vissuta e congelata, che aspettava solamente l’occasione giusta per sbocciare e trasformare una perfetta amicizia in una possibilità di vita in due.

A rendere bollente un’atmosfera permeata di dolcezza ci pensano gli attori Marco Russo e Monica Falconi, mentre Daniele Locci e Daniele Trombetti travolgono il pubblico in continui scoppi di risate attraverso dei piccoli cammei di comicità, molto ben recitati, che cadenzano il ritmo della commedia. Irruzioni sul palco che ci lasciano intravedere uno scorcio di ciò che accadeva a scuola, così vere da credere che fossero veramente compagni di liceo.

Il lieto fine è dietro le porte, basta solo un bacio inaspettato per rimettere in discussione un matrimonio prossimo e rivelare un sentimento che aspettava solo un “ti amo” urlato a gran voce.
Uno spettacolo che corre via veloce e lascia un sorriso, complice la colonna sonora che fa scatenare gli attori con “Cicale” di Heather Parisi, o sciogliere il cuore con “Indimenticabile” di Venditti.

Non mancano momenti di riflessione, e ci si perde tra i propri pensieri ascoltando la voce di Benigni che ci ricorda di cercare la felicità: «La felicità, si la felicità a proposito di felicità cercatela tutti i giorni continuamente, anzi chiunque mi ascolti ora si metta in cerca della felicità, ora in questo momento stesso perché è lì ce l’avete ce l’abbiamo perché l’hanno data a tutti noi, ce l’hanno data in dono quando eravamo piccoli ce l’hanno data in regalo, in dote, ed era un regalo così bello che l’abbiamo nascosto come fanno i cani con l’osso quando lo nascondono e molti di noi l’hanno nascosto così bene che non si ricordano dove l’hanno messo, ma ce l’abbiamo, ce l’avete guardate in tutti i ripostigli, gli scaffali, gli scomparti della vostra anima, buttate tutto all’aria, i cassetti i comodini che c’avete dentro, vedrete che esce fuori, c’è la felicità, provate a voltarvi di scatto magari la pigliate di sorpresa, ma è lì, dobbiamo pensarci sempre alla felicità e anche se lei qualche volta si dimentica di noi, noi non ci dobbiamo mai dimenticare di lei, fino all’ultimo giorno della nostra vita e anche se lei si dimentica di noi, noi non ci dobbiamo mai dimenticare di lei, fino all’ultimo giorno della nostra vita, fino all’ultimo giorno della nostra vita.»

Info e prenotazioni:
TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.
Orario spettacoli: giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17:30.
Biglietteria: lunedì 17:30-20, dal martedì al sabato 10-20, domenica 14-20.
Ingresso: 20 euro, ridotto 16 euro. Abbonamenti a partire da 80 euro per 12 spettacoli.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook